A+ A A-
 

Neptune, direttamente dagli anni '80 Neptune, direttamente dagli anni '80 Hot

Neptune, direttamente dagli anni '80

recensioni

gruppo
titolo
"The rebirth"
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Enemies =VIDEO=
2. Ready to fight
3. Protector
4. Hard to be right

LINE UP:
Row Alex – voce
Anders Olsson – chitarre
Jonas Wikström – batteria
Tosh A-son – basso/seconda voce
Johan Rosth – tastiere

opinioni autore

 
Neptune, direttamente dagli anni '80 2022-11-06 17:47:15 Ninni Cangiano
voto 
 
2.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    06 Novembre, 2022
Ultimo aggiornamento: 06 Novembre, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Presentati come dediti al Melodic Metal, in realtà gli svedesi Neptune suonano quel buon vecchio Heavy Metal che è stato portato in auge oltre quarant'anni fa dai Judas Priest e negli anni ’80 da gente come Accept, Saxon, ecc.; del resto gli stessi Neptune sono attivi proprio da quegli anni, essendosi formati addirittura nel 1979 con il nome di Warriens, modificato nell’attuale Neptune nel 1980. Da allora la band, però, è riuscita a realizzare solamente un album, un paio di compilation, diversi singoli ed alcuni EP, l’ultimo dei quali, questo The rebirth”, è uscito a giugno 2022. Sono quattro le tracce che fanno parte del disco, per un totale di circa 17 minuti di durata; si tratta di una raccolta di pezzi che il gruppo ha scritto tra il 1983 ed il 1986 e lo stile chiaramente ne risente, dato che è evidente che ci troviamo davanti a composizioni decisamente “old style”. La registrazione poteva essere migliorata (è un po’ troppo “cupa”) ma, trattandosi di un’autoproduzione, bisogna accontentarsi di cosa si riesce a fare con un budget immagino abbastanza limitato. Ci si chiede quale senso abbia nel 2022 fare un EP del genere, con brani vecchi di quasi quattro decadi che risentono palesemente di cosa si ascoltava all’epoca, ma che non sono mai passati alla storia e nemmeno hanno avuto risalto particolare in quel periodo, facendo parte solo di alcuni demo tape. E’ una sorta di operazione nostalgica da parte di una band che non è mai venuta fuori dall’underground e che non ha mai avuto il colpo di fortuna utile a farsi notare. E’, insomma, un disco destinato solo alla piccola cerchia di fans del gruppo e che può eventualmente far piacere a chi, come il sottoscritto, ha vissuto la propria adolescenza in quei fantastici, quanto formativi anni. Se, invece, non si fa parte di questa schiera di metalheads, dubito fortemente che qualcuno di questi quattro brani possa riscontrare un sufficiente apprezzamento. Dispiace per i Neptune, ma con questo “The rebirth” forse siamo davvero fuori tempo massimo.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Soddisfacente la primissima prova degli Olēka
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Da membri di Undergang e Chaotian un omaggio al Goregrind dei 90's con i Sequestrum
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dagli Ominous Scriptures un album per gli amanti del Brutal Death della vecchia scuola
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al netto di qualche piccolo difetto, buon debut album per i Negative Vortex
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Thirsty Demons: terrore e mistero
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phoebus The Knight, un buon debut album
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Termination Force e la nostalgia del passato
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marco Garau's Magic Opera, ancora un centro pieno!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tragico, epico, atmosferico: EP di debutto per Druids of Eld
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non convince proprio del tutto la nuova vita Death/Doom degli americani Invertia
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Onyria mostrano di saperci fare con buone composizioni e la voce splendida di Elena
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hellevate, un cambiamento non vincente
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla