A+ A A-
 

In Nothingness: debutto (fin troppo) in stile svedese per la one man-band giapponese In Nothingness: debutto (fin troppo) in stile svedese per la one man-band giapponese Hot

In Nothingness: debutto (fin troppo) in stile svedese per la one man-band giapponese

recensioni

titolo
Black Sun Funeral
etichetta
Personal Records
Anno

PROVENIENZA: Giappone

GENERE: Melodic Death Metal

TRACKLIST:
1. The Garden of Pain =ASCOLTA=
2. Sadness Is My Cross
3. Shadow of Grief
4. The Moon That Never Rises Again
5. A Nameless Grave
6. Into Obscurity
7. The Last Autumn
8. Black Sun Funeral

LINE-UP:
Lord Nothingness - Vocals, all instruments

opinioni autore

 
In Nothingness: debutto (fin troppo) in stile svedese per la one man-band giapponese 2022-07-13 14:53:43 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    13 Luglio, 2022
Ultimo aggiornamento: 13 Luglio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Arriva al suo debutto la one-man-band giapponese In Nothingness, progetto nato da tal Lord Nothingness, artista piuttosto attivo nel panorama Death del Sol Levante. La proposta di Kenta Inoue in questo "Black Sun Funeral" è semplice, forse fin troppo semplice: Melodic Death Metal della scuola di Göteborg anni '90. Stop, nient'altro da dire. Un album che, produzione ottima a parte, fatichiamo ad inquadrare: trattasi di un disco meramente citazionistico nei confronti della scena scandinava o di un semplice copia/incolla? Se si tratta della prima beh, tanto di cappello perché sembra davvero un album messo nel freezer nel 1995 e poi scongelato solo ora. Se, come temiamo, è la seconda opzione a farla da padrona, allora ci tocca sicuramente apprezzare e lodare il lavoro complessivo, ma va detto che sembra la versione 2.0 di "The Jester Race" degli In Flames. Anzi, sembra proprio che gli In Nothingness nemmeno vogliano provarci a mettere del loro in questa prova, preferendo invece agganciarsi a soluzioni che funzionano sì al 100%, ma che di nuovo o personale non hanno niente di niente. Tutto insomma lascia pensare ad un disco "scritto", pensato e suonato con il solo intento di copiare come uno stampino il Melodeath svedese. Azzardiamo a dire perfino che in alcuni punti sembra proprio di sentire soluzioni e passaggi dei primi In Flames ritagliati ed incollati ad arte. In definitiva, disco bocciato perché lo riteniamo solo un tentativo di emulare altra gente senza nemmeno provare a metterci del proprio. Unica cosa che si salva: la produzione.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Crying Steel: Heavy Metal duro e puro
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blazing Eternity, i pionieri del Gothic/Doom tornano con un album maestoso
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Crucifier: dagli anni '90 per gli amanti dell'Extreme Metal degli anni '90
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Replicant: la consacrazione di una band di livello assoluto
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sulphur and Mercury: Alchimia & Metallo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
King Zebra: un Hard Rock melodico molto catchy e spensierato che precipita nello scontato
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Razor Attack, ci vuole di meglio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, un breve EP che conferma le qualità del gruppo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancient Trail, un disco che merita attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarefield: orrorifici!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyspläcer, un debut album che fa intravedere del talento
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Opera: grande incompiuta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla