A+ A A-
 

Meraviglioso, folkloristico, battagliero ed etereo: il nuovo disco dei Saor è un capolavoro Meraviglioso, folkloristico, battagliero ed etereo: il nuovo disco dei Saor è un capolavoro Hot

Meraviglioso, folkloristico, battagliero ed etereo: il nuovo disco dei Saor è un capolavoro

recensioni

gruppo
titolo
Origins
etichetta
Season Of Mist
Anno

PROVENIENZA: UK

GENERE: Atmospheric Folk/Black Metal

TRACKLIST:
1. Call of the Carnyx
2. Fallen
3. The Ancient Ones
4. Aurora
5. Beyond the Wall =VIDEO=
6. Origins =VIDEO=

LINE-UP:
Andy Marshall - Vocals & All Instruments
Dylan Watson - Session Drums
Sophie Marshall - Female Backing Vocals

opinioni autore

 
Meraviglioso, folkloristico, battagliero ed etereo: il nuovo disco dei Saor è un capolavoro 2022-07-05 15:22:14 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    05 Luglio, 2022
Ultimo aggiornamento: 08 Luglio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Chi conosce il progetto Saor e lo ascolta sin da "Roots" del 2013 sa già che ogni nuova uscita del mastermind scozzese Andy Marshall è un viaggio indietro nel tempo nelle terre selvagge inglesi dove solo la natura, la nebbia, il freddo ed il silenzio sono i veri protagonisti. Sonorità che potrebbero tranquillamente ricordare le splendide riprese de "Il Signore Degli Anelli" in Nuova Zelanda per intenderci. Dunque era quasi scontato che questo "Origins", quinto capitolo della carriera, firmato Season On Mist (il primo sotto questa etichetta), fosse un capolavoro unico nel suo genere. Eppure di scontato qui c'è molto poco, perché se da un lato lo riconosci in meno di un secondo che si tratta di un lavoro al 100% Saor, dall'altro abbiamo delle importanti novità che certamente rendono l'opera perfettamente in linea con la discografia, ma al contempo le danno numerose tinte nuove. In primis vogliamo sottolineare quanto la definizione "Caledonian Metal" sia sempre più calzante (da qui anche l'unicità a cui accennavamo prima): elementi Black Metal, Pagan, Folk, musiche scozzesi, violini, flauti, clean vocals... Tutto qui si mischia, si unisce, gioca e danza creando una sinergia tra le parti praticamente perfetta. Insomma, il marchio di fabbrica dei Saor che hanno fatto della Scozia e delle sonorità e leggende ad essa legate la loro linfa vitale. Ma, dicevamo, qui c'è molto di più rispetto alle opere precedenti che spesso sono state criticate per un modus operandi tendenzialmente adagiato sugli allori, come se Mr. Marshall si fosse ritagliato un suo angolino senza però mai cercare di uscirne. Ecco, qui quella sensazione viene meno, a cominciare dagli elementi Black maggiormente limitati e relegati alle sfuriate battagliere ed epiche ed allo scream; ma comunque, soprattutto per le prime, si tratta di passaggi centellinati e molto più ragionati. Di contro, abbiamo una maggiore enfasi delle sezioni Pagan e Folk, con un accenno a quella componente vagamente Agalloch e Alcest che ne viene fuori. Per quanto riguarda i vari strumenti come corni, violini cornamuse, tamburi tribali ecc., qui abbiamo l'imbarazzo della scelta. Se non fosse per l'evidente base Heavy Metal delle chitarre, che si sono appesantite o comunque sono state molto più enfatizzate, alcune parti richiamerebbero assai da vicino i norvegesi Wardruna. È evidente, dunque, che Andy Marshall in questi anni abbia variato molto le sue influenze e le sue scelte stilistiche, per poi riordinare le idee in questo "Origins". Un album, lo ripetiamo, estremamente eterogeneo, che sa farti piangere ed emozionare o farti venire la pelle d'oca per la fierezza battagliera con cui si presenta (vedasi "Beyond The Wall" o la traccia omonima che chiude il disco). Dal nostro punto di vista un centro pieno. Chiaro, si tratta comunque di un genere che non piace a tutti, ma se invece amate il progetto e queste derive del Metal beh, signori, premete il tasto "Play", chiudete gli occhi ed tuffatevi in questo viaggio onirico.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I ChrysalïD ed un debut album pieno di ospiti internazionali
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tankard: un EP per festeggiare la vittoria dell'Eintracht Francoforte
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convincente disco di cover per gli australiani Lord!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Tyrants of Chaos, classico Heavy Metal dall'Alberta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards, questa volta non ci siamo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Helios, nuova band con Tim Aymar
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phoebus The Knight, un progetto che stenta a decollare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Destral, una vera gemma dalla Spagna
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla