A+ A A-
 

Un lavoro intimo spinto dalla passione di Roberto Quassolo Un lavoro intimo spinto dalla passione di Roberto Quassolo Hot

Un lavoro intimo spinto dalla passione di Roberto Quassolo

recensioni

titolo
Naked Voice
etichetta
Underground Symphony
Anno

TRACKLIST:
1. Gipsy
2. Since You’ve Been Gone
3. Carry On My Wayward Son
4. King Of Dreams
5. Soldier Of Fortune
6. Easy Lover
7. And Then Goodbye
8. Thank You
9. Miles Away
10. Geordie
11. Blue Eyed Woman

opinioni autore

 
Un lavoro intimo spinto dalla passione di Roberto Quassolo 2022-06-07 08:52:03 Celestial Dream
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Celestial Dream    07 Giugno, 2022
Ultimo aggiornamento: 07 Giugno, 2022
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

C'è solo una parola che può rispondere alla questione su cosa può spingere un musicista come Roberto Quassolo a registrare un disco di cover acustiche, ed è la PASSIONE! Quello che troviamo all'interno di “Naked Voice” è il risultato di un lavoro intimo svolto da Roberto, ex cantante dei power metallers Dark Horizon, con l'aiuto dell'amico Alessandro Del Vecchio al pianoforte per riarrangiare in chiave acustica dieci storici brani Hard Rock, dieci storiche hits rivisitate con sentimento e calore. “Gipsy” e la classica “Since You’ve Been Gone”, quest'ultimo brano firmato Russ Ballard ma riproposto anche dai Rainbow, ad aprire le danze con la voce di Roberto che subito si presenta pulita, limpida e ricca di passione ricordando vagamente, in alcuni passaggi, il compianto grande maestro Andre Matos. E questa dimensione acustica, non a caso, può fungere da collegamento con l'artista brasiliano che tanto amava cimentarsi con voce e pianoforte. L'eleganza di “Carry On My Wayward Son” dei leggendari Kansas e l'immancabile tributo ai Deep Purple con “ Soldier Of Fortune” sono interpretate davvero bene, per poi lasciarsi andare sulle note lente e sofferte di “And Then Goodbye” - song che trasmette sempre un senso di malinconia anche pensando alla prematura perdita di Steve Lee, singer dei Gotthard - e poi con “Geordie”, di Fabrizio De Andrè, in cui troviamo un duetto con la voce femminile di Federica Quaranta, musicista che partecipa anche con le note del suo violino.
Infine, nota a margine per l'emozionante “Blue Eyed Woman”, unico brano originale composto da mister Quassolo che dimostra di possedere un ottimo gusto per quanto riguarda arrangiamenti e capacità di comporre melodie altamente incisive, regalando così nel finale uno dei momenti migliori dell'ascolto. “Naked Voice” è un bel viaggio, intimo ed intenso, svolto in compagnia di un musicista altamente preparato ed appassionato di questa musica. E quando c'è la passione tutto viene più facile e spontaneo, parole e musica di Roberto Quassolo.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I ChrysalïD ed un debut album pieno di ospiti internazionali
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tankard: un EP per festeggiare la vittoria dell'Eintracht Francoforte
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convincente disco di cover per gli australiani Lord!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Tyrants of Chaos, classico Heavy Metal dall'Alberta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards, questa volta non ci siamo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Helios, nuova band con Tim Aymar
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phoebus The Knight, un progetto che stenta a decollare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Destral, una vera gemma dalla Spagna
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla