A+ A A-
 

Mirror: un ispirato viaggio attraverso sonorità classiche ed epiche Mirror: un ispirato viaggio attraverso sonorità classiche ed epiche Hot

Mirror: un ispirato viaggio attraverso sonorità classiche ed epiche

recensioni

gruppo
titolo
The Day Bastard Leaders Die
etichetta
Cruz del Sur Music
Anno

TRACKLIST:
1. Infernal Deceiver
2. Souls of Megiddo
3. Savage Tales
4. All Streets Are Evil
5. Fire and Hell
6. Stand Fight Victory
7. Sleepy Eyes of Death
8. Demon Candles
9. The Day Bastard Leaders Die
(playing time: 43:50 min.)

LINE-UP:
Jimmy Mavrommatis - Vocals
Nikolas "Sprits" Moutafis - Guitars
Dino - Guitars
Tas - Bass
Daniel Georgiou - Drums

opinioni autore

 
Mirror: un ispirato viaggio attraverso sonorità classiche ed epiche 2022-05-30 11:22:04 Celestial Dream
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Celestial Dream    30 Mag, 2022
Ultimo aggiornamento: 30 Mag, 2022
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Favoloso ritorno per gli Epic/Heavy metallers Mirror. Il gruppo continua sulla via del metallo più classico con questo nuovo "The Day Bastard Leaders Die", un lavoro sopraffino pensato dalla mente del musicista greco Tas (Tasos Danazoglou). Nati nel 2015 da una sua idea, il gruppo diede subito alle stampe il disco di debutto replicando solamente nel 2019 con “Pyramid of Terror”.
Stavolta sembra che il gruppo abbia fatto pieno centro; già dalle prime note, quelle dell'opener “Infernal Deceiver”, si respira un atmosfera magica, una sensazione di essere tornati ai fasti della NWOBHM con forti tinte epiche. L'ugola del frontman ellenico Jimmy Mavrommatis si muove tra passaggi più evocativi ed altri in cui raggiunge note maggiormente elevate, accompagnando così le chitarre esplosive che irrompono dallo stereo prima con le note esplosive della già citata opener e, poco dopo, con l'epico incedere di “All Streets Are Evil”, pezzo quest'ultimo in grado di incollarsi subito in testa, grazie ad un grandioso refrain. L'ascolto continua esplodendo sui ritmi vorticosi di “Sleepy Eyes of Death”, mentre le atmosfere battagliere di “Souls of Megiddo” colpiscono con bordate di acciaio puro e assoli di chitarra che ben si intrecciano aprendo la via ad un buon ritornello vecchia scuola. L'incedere del mid-tempo finale della title-track colpisce con un coretto tutto da cantare e qualche vago riferimento all'epic di Manowar e Omen.
Con “The Day Bastard Leaders Die” i Mirror viaggiano ispirati e carichi attraverso sonorità classiche ed epiche. Un disco che entra senza dubbi tra gli highlights di questa prima metà del 2022.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I ChrysalïD ed un debut album pieno di ospiti internazionali
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tankard: un EP per festeggiare la vittoria dell'Eintracht Francoforte
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convincente disco di cover per gli australiani Lord!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Tyrants of Chaos, classico Heavy Metal dall'Alberta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards, questa volta non ci siamo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Helios, nuova band con Tim Aymar
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phoebus The Knight, un progetto che stenta a decollare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Destral, una vera gemma dalla Spagna
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla