A+ A A-
 

Steelbourne, un debut album con i controfiocchi! Steelbourne, un debut album con i controfiocchi! Hot

Steelbourne, un debut album con i controfiocchi!

recensioni

titolo
“A tale as old as time”
etichetta
WormHoleDeath
Anno

TRACKLIST:
1. By the way of the serpent
2. A tale as old as time
3. Defiler
4. King of Kings
5. Dear God
6. Requiem for those about to die
7. Inferno

LINE-UP:
Jacob Vestergaard Druedahl Bruun – Guitars
Troels Rasmussen - Lead Vocals
Benjamin Andreassen - Bass, Backing vocals
Simon Klem Kannegaard – Guitars
Simon Sorsback - Drums, Backing vocals

opinioni autore

 
Steelbourne, un debut album con i controfiocchi! 2022-05-25 08:53:25 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    25 Mag, 2022
Ultimo aggiornamento: 25 Mag, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Steelbourne sono una band nata nel 2020, durante il lockdown dovuto alla pandemia da covid-19, tra musicisti residenti in diverse città della Danimarca. Inizialmente doveva essere semplicemente un progetto da studio e non un gruppo vero e proprio, ma poi pian piano tutto ha avuto un’evoluzione culminando con la realizzazione del debut album, intitolato “A tale as old as time”, uscito inizialmente come autoproduzione il 28 aprile 2021, per poi essere licenziato ufficialmente dalla nostra WormHoleDeath il 29 aprile 2022. Ma cosa suonano gli Steelbourne? La musica del gruppo danese è un piacevolissimo Power Metal, con una notevole attenzione per le melodie, suonato molto bene e cantato altrettanto egregiamente; naturalmente la produzione in un genere come questo è fondamentale e, anche da questo punto di vista, possiamo affermare che tutto è stato fatto come si deve. Tanto per dare un’idea, prendete un po’ del Power italiano più duro (White Skull su tutti, ma anche Drakkar e Sound Storm), metteteci qualche lontano tocco della scuola scandinava di gente come Insania o Dreamtale, ma anche qualcosa dello stile dei tedeschi Rage ed avrete il sound degli Steelbourne. E’ stato davvero un piacere ascoltare e riascoltare questo disco, perché non ho trovato nulla di livello qualitativo inferiore all’ottimale, nonostante la presenza di diversi pezzi dal minutaggio importante; canzoni come l’opener “By the way of the serpent”, ma anche come la rocciosa “Defiler” (la più vicina ai White Skull) o la dolce “King of Kings”, fino alla conclusiva “Inferno” sono fulgidi esempi della qualità di questo disco. A voler trovare il pelo nell’uovo, personalmente avrei accorciato la lunga parte iniziale di “Requiem for those about to die”, ma si tratta solo di punti di vista che, in quanto tali, sono ampiamenti opinabili. Ciò che invece è un dato di fatto incontestabile è la qualità di questo “A tale as old as time”, debut album con cui gli Steelbourne si segnalano come una band da tenere assolutamente d’occhio!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Sacred Oath: nel segno del Drago
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince 50/50 il dodicesimo album dei Paganizer
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano subito alla carica i Perdition Temple con il loro spietato Black/Death
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre fedelissimi ai Decapitated gli svedesi Soreption in questo quarto album
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre in fermento il sottobosco estremo danese: debut album per i Chaotian
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Rotted Through ed il loro malatissimo concept album di debutto ispirato al Dark Web
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bentornata, Sarah Jezebel Deva!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il troppo stroppia: nuovo album per i Lost Tribes Of The Moon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Tomb Mold un nuovo demo breve quanto affascinante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole gemme sinfoniche: debutto per i Carmeria!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cobra Spell: nuovo EP che segue le sonorità più classiche
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla