A+ A A-
 

Una produzione pessima condanna il debutto degli Ethereal Realm Una produzione pessima condanna il debutto degli Ethereal Realm Hot

Una produzione pessima condanna il debutto degli Ethereal Realm

recensioni

titolo
"Enter the realm"
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Reign of the crown
2. Watch us bleed
3. Time machine
4. Nightmare

LINE-UP:
Rob Retalic – Drums
Leon Synth – Guitars
Jim McGrath – Guitars
TNT – Vocals
Sam Margaritis - Bass

opinioni autore

 
Una produzione pessima condanna il debutto degli Ethereal Realm 2022-05-24 16:23:23 Ninni Cangiano
voto 
 
1.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    24 Mag, 2022
Ultimo aggiornamento: 24 Mag, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Ethereal Realm arrivano da Sydney in Australia, dove si sono formati nel 2019 grazie all’iniziativa del singer TNT che aveva messo un annuncio su Facebook per cercare dei musicisti con cui dare vita ad una band, al fine di suonare la propria musica preferita: il buon vecchio Heavy Metal ispirato alla scena della NWOBHM degli anni ’80. Dopo qualche cambiamento di bassista, la band arriva a realizzare il proprio primo disco, rilasciando questo “Enter the realm”, dotato di artwork alquanto “artigianale” (poco affascinante, per essere sinceri) e composto da quattro pezzi per nemmeno 20 minuti di durata totale. Il principale problema di questo disco è la produzione; abbiamo un lavoro semplicemente fatto male, con la voce che sovrasta tutto essendo registrata a volumi molto più alti ed un impasto sonoro tra basso e chitarre che non permette di assaporare il lavoro fatto dai vari strumenti; sulla batteria invece… sembra di stare ad ascoltare un demo registrato quarant'anni fa…. Non va! Non ci si può presentare a questa maniera nel 2022! Dare un parere su cosa fanno gli strumenti, con questo marasma sonoro diventa anche complicato; il basso lo si sente solo sulla prima traccia, mentre le chitarre dovrebbero anche fare parti soliste piacevoli, ma sono poste troppo in sottofondo e sostanzialmente perdono parecchie potenzialità; eviterei inoltre quei riff serratissimi che lascerei a certo Metal più estremo che evidentemente non appartiene alla band. Sulla batteria preferisco non esprimermi oltre, non la sentivo registrata così male dai demo dei primi gruppi Death Metal a metà anni ’80. Andando ad analizzare la voce di TNT (unica che può essere “ascoltata”) c’è da dire che farebbe molto meglio ad evitare parti aggressive (come nella prima traccia) perché il suo lavoro è molto più apprezzabile nei pezzi successivi, quando mette in mostra anche un’interessante ugola pulita. Leggendo le note d'accompagnamento, vedo che il sound viene paragonato a Kamelot e Blind Guardian, ma non ho trovato sostanzialmente un bel niente che possa anche lontanamente avvicinarsi a questi gruppi storici; concordo, invece, sul fatto che gli Ethereal Realm abbiano quale musa ispiratrice gli Iron Maiden, soprattutto a quelli dell’era Di’Anno. Gli Ethereal Realm hanno molta strada ancora da fare prima di poter farsi notare in positivo, in primis devono migliorare assolutamente la produzione, perché questo “Enter the realm” è quasi inascoltabile! Va bene suonare per passione (qui più che evidente!), ma serve anche almeno un pizzico di professionalità e personalità in più.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Sacred Oath: nel segno del Drago
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince 50/50 il dodicesimo album dei Paganizer
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano subito alla carica i Perdition Temple con il loro spietato Black/Death
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre fedelissimi ai Decapitated gli svedesi Soreption in questo quarto album
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre in fermento il sottobosco estremo danese: debut album per i Chaotian
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Rotted Through ed il loro malatissimo concept album di debutto ispirato al Dark Web
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bentornata, Sarah Jezebel Deva!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il troppo stroppia: nuovo album per i Lost Tribes Of The Moon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Tomb Mold un nuovo demo breve quanto affascinante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole gemme sinfoniche: debutto per i Carmeria!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cobra Spell: nuovo EP che segue le sonorità più classiche
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla