A+ A A-
 

Poca originalità ma tanta tecnica nel debut EP degli Harvested Poca originalità ma tanta tecnica nel debut EP degli Harvested Hot

Poca originalità ma tanta tecnica nel debut EP degli Harvested

recensioni

gruppo
titolo
Harvested
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: Canada 

GENERE: Technical Death Metal 

FFO: Suffocation, Deicide, Cannibal Corpse, Dying Fetus, Hideous Divinity 

LINE UP: 
Adam Semler – vocals 
Mitchi Dimitriadis – guitars 
Eric Forget – bass 
Jacob Collins - drums 

TRACKLIST: 
1. Apathetic [03:11] =VIDEO= 
2. Bludgeoned [03:34] 
3. Incognitive [03:18] 
4. Delirium [03:20] 
5. Bereavement [03:10] 

Running time: 16:33 

opinioni autore

 
Poca originalità ma tanta tecnica nel debut EP degli Harvested 2022-05-11 17:42:56 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    11 Mag, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Debutto assoluto per gli Harvested, quartetto Technical Death Metal formato da musicisti veterani della scena estrema canadese. Ed in realtà, non c'è proprio tanto da dire su quest'omonimo EP; cinque brani di 3 minuti / 3 minuti e mezzo di durata ciascuno, tecnici, brutali... che però palesano fin troppo le influenze che hanno portato gli Harvested ad avere questo sound, Suffocation e Deicide su tutti, ma anche Cannibal Corpse e - chi ha un orecchio più 'allenato' se ne accorgerà - i nostrani Hideous Divinity. Gli Harvested compensano comunque la mancanza di originalità mettendo sul piatto una prestazione muscolare in cui l'alto livello tecnico è messo totalmente al servizio dell'impatto più duro e brutale possibile, con un paio di episodi particolarmente riusciti come il singolo "Apathetic" e Delirium". Sufficienza di fiducia per il combo canadese, in attesa di poterli ascoltare con un minutaggio più lungo.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Sacred Oath: nel segno del Drago
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince 50/50 il dodicesimo album dei Paganizer
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano subito alla carica i Perdition Temple con il loro spietato Black/Death
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre fedelissimi ai Decapitated gli svedesi Soreption in questo quarto album
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre in fermento il sottobosco estremo danese: debut album per i Chaotian
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Rotted Through ed il loro malatissimo concept album di debutto ispirato al Dark Web
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bentornata, Sarah Jezebel Deva!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il troppo stroppia: nuovo album per i Lost Tribes Of The Moon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Tomb Mold un nuovo demo breve quanto affascinante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole gemme sinfoniche: debutto per i Carmeria!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cobra Spell: nuovo EP che segue le sonorità più classiche
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla