A+ A A-
 

Cinque lunghi e violenti brani per il primo album dei Serpentrance Cinque lunghi e violenti brani per il primo album dei Serpentrance Hot

Cinque lunghi e violenti brani per il primo album dei Serpentrance

recensioni

titolo
Akra Tapeinosis
etichetta
Godz ov War Productions
Anno

PROVENIENZA: Russia 

GENERE: Black/Death/Doom Metal 

FFO: Angelcorpse, Incantation, Teitanblood, Lvcifyre, Grave Miasma 

LINE UP: 
Morkh - vocals 
Spīritō Destitutus - guitars 
HTM - bass 
Noersyl Skept - drums 

TRACKLIST: 
1. Vomit & Myrrh [07:34] =ASCOLTA= 
2. Cloathed in Abomination [07:38] 
3. The Tarnished Shrines of God [07:14] 
4. Underneath Babylon [11:35] 
5. The Black Dawn of Sophia [09:10] 

Running time: 43:11 

opinioni autore

 
Cinque lunghi e violenti brani per il primo album dei Serpentrance 2022-01-23 16:41:53 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    23 Gennaio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dai freddi meandri di Madre Russia spuntano i Serpentrance, oscuro progetto con all'attivo un EP datato 2015 ("The Besieged Sanctum") tornato nello scorso a luglio a dispensare il suo putrido carico di Black/Death/Doom con "Akra Tapeinosis", primo full-length del quartetto russo prodotto dalla sempre attenta Godz ov War Productions e composto da cinque lunghissimi, feroci, abominevoli pezzi. Ecco, magari la lunghezza dei brani - non si scende sotto i 7 minuti, ma anzi le ultime due tracce ne durano rispettivamente 11 e mezzo e 9 -, potrebbe in un qualche modo rendere ostio l'ascolto di "Akra Tapeinosis", ma è anche vero che l'operato dei Serpentrance si fa decisamente notare, grazie al proprio sapersi muovere tra pachidermici passaggi Death/Doom e violente folate Blackened, in una spirale verso i più profondi abissi; ad un primo ascolto, pezzi come "Vomit & Myrrh" e "Cloathed in Abomination" possono far pensare a Grave Miasma, Angelcorpse ed Incantation come le primarie fonti d'ispirazione dei Nostri, ma andando più a fondo, però, possiamo notare come il songwriting dei Serpentrance sia ammantato di quel caos violento che tante fortune ha dato a gruppi come Teitanblood e Tetragrammacide; in generale comunque, per quanto gli asfissianti passaggi caotici siano probabilmente la parte migliore di quest'opera, i Serpentrance sembrano prediligere un lavoro di scrittura ed arrangiamento più tradizionalmente legato ad un riffingwork che rimanda ai veterani citati poco sopra, soluzione che alla lunga si rivela essere efficace soprattutto nella lunghissima "Underneath Babylon", canzone che racchiude tutti gli elementi delle maligne sonorità dei Nostri ed in cui troviamo anche delle brevi quanto taglienti melodie. Tirando le somme finali, se si riesce a superare l'impervio monte dato dalla lunga durata dei pezzi, "Akra Tapeinosis" è un disco che può fare un sicura presa sugli amanti della frangia più caotica ed oltranzista del genere.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Sacred Oath: nel segno del Drago
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince 50/50 il dodicesimo album dei Paganizer
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano subito alla carica i Perdition Temple con il loro spietato Black/Death
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre fedelissimi ai Decapitated gli svedesi Soreption in questo quarto album
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre in fermento il sottobosco estremo danese: debut album per i Chaotian
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Rotted Through ed il loro malatissimo concept album di debutto ispirato al Dark Web
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bentornata, Sarah Jezebel Deva!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il troppo stroppia: nuovo album per i Lost Tribes Of The Moon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Tomb Mold un nuovo demo breve quanto affascinante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole gemme sinfoniche: debutto per i Carmeria!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cobra Spell: nuovo EP che segue le sonorità più classiche
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla