A+ A A-
 

Da Singapore gli Oshiego col loro quinto album Da Singapore gli Oshiego col loro quinto album Hot

Da Singapore gli Oshiego col loro quinto album

recensioni

gruppo
titolo
Jaljalut
etichetta
Seven Kings Productions
Anno

PROVENIENZAS: Singapore 

GENERE: Death Metal 

FFO: Dismember, Vader, early Pestilence, Grave, Master 

LINE UP: 
Umar - vocals 
Zul - guitars, bass 
Krzysztof Klingbein - drums (session) 

TRACKLIST: 
1. Clerics of Corruption [03:49] =ASCOLTA= 
2. The Tribulation [03:44] 
3. The Book of the Sun and Gnosis and the Subtleties of Elevated Things [03:33] 
4. Litany of the Sea [04:04] 
5. The Scourge [03:33] 
6. A Death Sentence [03:29] 
7. Wrath of Khan [04:16] 
8. A Notice of War [03:21] 
9. World Demise [02:56] 
10. Of the Flesh [05:11] 
11. Provenance [03:41] 
12. Jaljalut [04:14] =ASCOLTA= 

Running time: 45:51 

opinioni autore

 
Da Singapore gli Oshiego col loro quinto album 2022-01-23 11:48:46 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    23 Gennaio, 2022
Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

A tre anni da "The Book of Wonders" - la cui recensione trovate sul nostro portale - tornano da Singapore gli Oshiego con "Jaljalut", quinto studio album per l'act asiatico. Prodotto dalla sconosciuta Seven Kings Productions, "Jaljalut" ci fa ritrovare gli Oshiego esattamente dove li avevamo lasciati, ossia alle prese con un Death Metal dell vecchia scuola in cui s'uniscono la granitica rudezza della scuola svedese (Dismember, Grave) a certo Death/Thrash (primi Pestilence, primissimi Death, Vader, Master...), con il risultato di avere 3/4 d'ora diretti e quanto mai sfrontati in cui il duo - aiutato dal sessione alla batteria Krzysztof Klingbein (Deathspawn e batterista live dei Vader) - non concede un singolo attimo di pausa all'ascoltatore. L'unico problema si ritrova in una tracklist un po' troppo lunga: un paio di brani in meno senza arrivare ai 45 minuti di durata totale forse giovato maggiormente, dato anche la tendenza a far assomigliare abbastanza i pezzi l'uno all'altro - più che altro per quanto concerne arrangiamenti e strutture -; da qui quel mezzo punto in meno, seppur nell'insieme "Jaljalut" è un lavoro che scorre grazie al genuino "grezzume" sonoro che i Nostri ci regalano - segnaliamo l'opener "Clerics of Corruption", la seguente "The tribulation" e "Wrath of Khan" -. Tra riff taglienti e drumming forsennato lanciato dal primo all'ultimo secondo, ottimi passaggi che spezzano la tensione dotati di un buon groove, "Jaljalut" saprà sicuramente accendere l'interesse di più d'un deathster: non siamo ai livelli di un capolavoro o comunque di un disco che resterà memorabile, ma del buon intrattenimento per gli amanti del genere, quello sicuro.

Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Steelbourne, un debut album con i controfiocchi!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Becero, sporco, primitivo: si può riassumere così il primo EP dei Clairvoyance
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seconda funerea e claustrofobica release per gli Assumption
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Album semplicemente perfetto: il debutto dei californiani The Dark Alamorté
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gran debutto nel panorama Brutal Death per gli statunitensi Texas Murder Crew
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Una produzione pessima condanna il debutto degli Ethereal Realm
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
EP troppo breve quello degli Oratory per poter dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Miscreation si presentano con un buon demo di tre pezzi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Archie Caine deve scegliere quale strada seguire
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Poca originalità ma tanta tecnica nel debut EP degli Harvested
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Böllverk, troppo eterogenei
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla