A+ A A-
 

Metalsteel, ancora un disco di ottima qualità Metalsteel, ancora un disco di ottima qualità Hot

Metalsteel, ancora un disco di ottima qualità

recensioni

titolo
"Forsaken by the Gods"
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Forsaken by the Gods
2. Dying out
3. For the future
4. Drop by drop
5. Death=life
6. Becoming human
7. Fallen brother
8. Into the rivers divine
9. The passage of time
10. Farewell

LINE-UP:
Rok Tomšič – guitars
Benjamin Kic – guitars, vocals
Daša Trampuš – drums
Matej Sušnik – bass

opinioni autore

 
Metalsteel, ancora un disco di ottima qualità 2021-09-18 11:04:16 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    18 Settembre, 2021
Ultimo aggiornamento: 18 Settembre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Avevo conosciuto gli sloveni Metalsteel quattro anni fa, all’epoca del loro ultimo disco “Beyond the stars” che mi aveva colpito in positivo; li ritrovo adesso con un nuovo album, intitolato “Forsaken by the Gods”, autoprodotto, dotato di artwork non proprio esaltante, composto da dieci tracce per poco meno di 42 minuti di ottimo Heavy Metal, con qualche tocco Power che non guasta mai. Nella prima parte, aperta alla grande dalla title-track, abbiamo canzoni più dure e veloci, con un gran lavoro alla batteria di Daša Trampuš e la voce roca ed aggressiva del chitarrista Benjamin Kic che ricorda molto quella di Dest degli indimenticabili Spellblast. La seconda parte, aperta dal singolo “Becoming human” e dalla struggente ballad “Fallen brother”, è meno violenta e meno “powerozza”; ne viene fuori un Heavy molto piacevole con una notevole attenzione alle linee melodiche; fa eccezione in tal senso la splendida “The passage of time”, tipica cavalcata Power che, per il sottoscritto, è anche la traccia migliore dell’intero lavoro. Sempre incisive le due chitarre del singer e di Rok Tomšič, con parti soliste davvero ben fatte e ben inserite nella struttura dei brani, sorrette alla grande dall’oscuro e prezioso lavoro al basso di Matej Sušnik. Del resto, i Metalsteel non sono dei novellini essendo attivi dalla fine dello scorso millennio e, di conseguenza, hanno la giusta esperienza per costruire brani efficaci attraverso un songwriting che sa essere anche elegante quando serve. Sorprende davvero come una band del genere, giunta al proprio settimo album, sia ancora costretta all’autoproduzione e non abbia alle spalle una label seria che distribuisca la loro piacevole musica che, tra l’altro, è anche registrata in maniera estremamente professionale, senza nulla da invidiare alle produzioni più apprezzate. Si sa, purtroppo il music business segue regole prive di ogni logica e gusto, dato che siamo continuamente sommersi da immondizie musicali, mentre simili prodotti di qualità restano relegati nell’underground! Come avrete capito, “Forsaken by the Gods” è un gran bel disco e spero che i Metalsteel possano presto raccogliere i frutti dei loro sforzi, del loro talento e della loro passione!

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Per gli amanti del west coast Aor, il ritorno dell'artista Dan Lucas
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Terzo disco e prova superata per i nervosi Stagewar!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oceanhoarse: metal moderno ricco di mordente
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Heavy Metal grezzo nel debutto degli svedesi Wanton Attack
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Groove metal ben assestato durante gli otto brani composti dai canadesi Valyear!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Settimo disco all'insegna dell'Heavy più classico per i veterani Black Rose
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Charley Verlaine fa centro al primo colpo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'expanded edition del debut album dei Runescarred
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trumbiten, un secondo EP che non dispiace
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rage In My Eyes, ancora un lavoro di qualità superiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si fanno decisamente notare gli Spiritual Deception grazie ad un buonissimo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
My Haven: un debutto interessante per gli amanti delle female vocals
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla