A+ A A-
 

Ground Force, un progetto decisamente ambizioso Ground Force, un progetto decisamente ambizioso Hot

Ground Force, un progetto decisamente ambizioso

recensioni

titolo
"Tree of life"
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Tree of life
2. Song of Earth
3. Spear of light
4. Forever gone
5. The watchers
6. The great flood
7. The archangel

LINE-UP:
Ehsan Rahman Zia - vocals
Sazzad Arefeen - guitars
Syed Ziaur Rahman Turjo - drums
B.Ahmed Rahi - bass
Rifat Rahman - guitars

opinioni autore

 
Ground Force, un progetto decisamente ambizioso 2021-09-11 08:44:24 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    11 Settembre, 2021
Ultimo aggiornamento: 11 Settembre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Credo sia la prima volta che mi capiti l’occasione di ascoltare una metal band proveniente dal Bangladesh; così mi sono messo con curiosità all’ascolto di questo “Tree of life”, debut album dei Ground Force, gruppo di Dhaka, dotato di artwork non proprio esaltante. Per il proprio debutto hanno fatto le cose in grande, la produzione è notevole, soprattutto se consideriamo che si tratta di un lavoro autofinanziato; il disco è addirittura presentato in triplo-cd, il primo con sette pezzi cantati in inglese, il secondo con gli stessi brani cantati nella lingua natia per i metalheads del Bangladesh, il terzo con sempre le stesse canzoni ma presentate in versione strumentale. Sinceramente mi è dispiaciuto che nell’ultimo disco sia stato messo da parte il cantante Ehsan Rahman Zia perché ha una voce davvero interessante, calda ed espressiva, ottimale per il tipo di metal suonato dalla band, un power/prog elegante e teatrale. Con la smania di fare le cose in grande, però, i Ground Force mettono un piede in fallo con il songwriting; i pezzi, infatti, sono spesso troppo lunghi e sarebbero decisamente più efficaci con qualche sforbiciata che accorci la durata di un minutino ciascuno; trattandosi di un debut album, però, è anche comprensibile la voglia di strafare, unita anche alla mancanza di esperienza. Oltretutto, ricordando che si tratta di autoproduzione, magari non hanno nemmeno avuto la guida di un producer esperto che potesse indicar loro le modifiche più opportune per snellire i vari componimenti. A livello testuale ci troviamo davanti ad un concept album che narra la storia fantascientifica di un'umanità in guerra in un lontano futuro; protagonisti sono due eroi chiamati Robin e Azra. Per quanto riguarda le musiche, tutti gli strumenti hanno il loro spazio da protagonisti e la registrazione perfetta esalta le qualità di tutti i musicisti. Se i Ground Force sapranno migliorarsi nel songwriting, rendendo più efficaci i loro componimenti, già comunque di ottimo livello, il prossimo album sarà senza alcun dubbio un must. Già questo “Tree of life” è di gran valore, convince e merita ogni attenzione; mi auguro che qualche label attenta possa proporre ai Ground Force un contratto in modo da farli conoscere in giro per il mondo, perché se lo meritano davvero!

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Speed Limit: un EP di sei brani per festeggiare i 40 anni di attività
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ad Patres: altra buona prova per la Death Metal band transalpina
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fractal Generator: brutale Blackened Death e sprazzi di gelidi synth
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dreamgate, un altro debut album col botto!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nightmare: semplicemente mastodontici
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 "Winds of Disdain", ottimo ritorno per i Trail of Tears
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Rötual: debut EP per la band canadese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Moral Putrefaction: sound classico e buona tecnica in un buon debutto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shivered, il lato molto profondo della sua sfera interiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan:  l’assalto continua…
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Water Sunset, un meraviglioso tributo ai Control Denied
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla