A+ A A-
 

Secondo album per gli Eye of Purgatory di Rogga Johansson Secondo album per gli Eye of Purgatory di Rogga Johansson Hot

Secondo album per gli Eye of Purgatory di Rogga Johansson

recensioni

titolo
The Lighthouse
etichetta
Transcending Obscurity Records
Anno

PROVENIENZA: Svezia/U.S.A. 

GENERE: Death Metal 

FFO: Paganizer, Edge of Sanity, early Tiamat, Unleashed, Dismember 

LINE UP: 
Rogga Johansson - vocals, guitars 
Taylor Nordberg - guitars, keyboards, drums 
Jeramie Kling - bass 

TRACKLIST: 
1. And from the Fog... [01:15] 
2. The Lighthouse [04:47] =ASCOLTA= 
3. Fornever to Awaken [04:03] =VIDEO= 
4. Carved in a Stone Bleeding [04:54] 
5. Pieces of a Fading World [04:49] =ASCOLTA= 
6. They Silently Await [04:00] =ASCOLTA= 
7. Where Slowly Life Fades [03:37] 
8. Rotting Pathways [04:49] 
9. Rebirther [03:31] 

Running time: 35:45 

opinioni autore

 
Secondo album per gli Eye of Purgatory di Rogga Johansson 2021-06-18 19:00:09 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    18 Giugno, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Senz'ombra di dubbio, possiamo definire Rogga Johansson come il maggior stakanovista dell'intera scena Metal mondiale, estrema e non; i suoi progetti - contando solo quelli attivi - sono innumerevoli e non passa mese ormai che non ci sia una sua uscita o talvolta più. Tra i tanti, uno dei più interessanti risponde al nome di Eye of Purgatory, progetto nato dalla mente dell'artista svedese nel 2018 con all'attivo il debut album dello stesso anno "The Rotting Enigma", uscito per Iron, Blood and Death Corporation; a far compagnia a Johansson troviamo gli ex-Massacre e ora Inhuman Condition Taylor Nordberg (Goregäng, ex-Wombbath) e Jeramie Kling (Venom Inc., Ex Deo, Goregäng, ex-Wombbath), che già accompagnano Rogga nei Ribspreader (l'ironia sta nel fatto che il musicista svedese è ora parta dei Massacre, band da cui i due statunitensi sono giustamente scappati a gambe levate). Comunque sia, pur restando fedeli ad una matrice old school Swedish Death (Paganizer, Dismember..), gli Eye of Purgatory hanno elementi che li differenziano dalle solite uscite targate Johansson: vuoi per una cura maggiore sotto il punto di vista tecnico, vuoi per un groove più accennato, vuoi per un buon uso di tastiere, rimandi ai leggendari Edge of Sanity di Dan Swanö o ai primi lavori dei Tiamat sono fortissimi. Una tracklist compatta - che prende un attimo di respiro solo nella breve intro strumentale "And from the Fog..." - è ciò che rende questo "The Lighthouse", disco licenziato oggi da Transcending Obscurity Records, uno dei lavori meglio riusciti in questi ultimi 2-3 anni a mr. Johansson, con dei veri e propri highlights come "Carved in a Stone Bleeding", la title-track, "Pieces of a Fading World" e "Rotting Pathways".
Grazie ad un giusto dosaggio di granitico Death svedese della vecchia scuola e melodie dal sapore progressivo, "The Lighthouse" supera brillantemente l'esame: pur non essendo uno di quei dischi per cui strapparsi i capelli, l'ascolto risulta essere ampiamente soddisfacente, grazie anche all'ottimo affiatamento degli artisti coinvolti. Ascolto consigliatissimo!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fate's Hand, un EP di debutto che non esalta
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per l'ultimo EP dei Fetid Zombie di Mark Riddick una distribuzione come merita
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Tragedy mischiano l'heavy metal con la disco dance degli anni '70
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bottomless: la new dark sensation made in Italy
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto tra metal sinfonico e folk per gli Esquys, solo project ma con diversi ospiti
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Hexorcist ed un debut album che sembra arrivare dalla fine degli 80's
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Trapézia possono e devono migliorare
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Di Bianco Svestita: rude metallo barese
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Innasanatorium, ennesimo esempio dell'incapacità del music business
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Lasting Maze possono migliorare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sin troppo breve il nuovo EP degli algerini Silent Obsession
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Unclesappa: melodie eteree a suon di Ambient & Rock.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla