A+ A A-
 

I Metalwings si confermano su ottimi livelli I Metalwings si confermano su ottimi livelli Hot

I Metalwings si confermano su ottimi livelli

recensioni

titolo
“A whole new land”
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. A whole new land
2. Monster in the mirror
3. Like a willow without tears
4. I see your power
5. Silence
6. Still believe in us
7. Killer of the angel's love
8. Wonders of life
9. Passengers between the rails of life
10. Second chance
11. Milo moe libe

LINE-UP:
Stela Atanasova – Vocals, Electric Viola, Keyboards
Nikola (Blackie) Ivanov -Drums
Vlad Enev – Bass
Grigor Kostadinov –Guitars
Angel Kitanov – Keyboards

opinioni autore

 
I Metalwings si confermano su ottimi livelli 2021-06-12 09:21:09 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    12 Giugno, 2021
Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Avevamo già incontrato i bulgari Metalwings sia all’epoca del primo EP “Fallen angel in the hell” che per il meraviglioso debut album “For all beyond”; li ritroviamo a tre anni di distanza con un nuovo full-length, intitolato “A whole new land” e qualche novità nella line-up, dato che è entrato da poco a far parte del gruppo il bassista Vlad Enev; dopo la registrazione del disco, invece, è entrato il chitarrista Martin Emilov, mentre ne è uscito l’altro chitarrista Grigor Kostadinov. Ma torniamo alla musica; come i più attenti ricorderanno, i bulgari suonano un piacevolissimo female fronted symphonic metal, contraddistinto dalla splendida voce di Stela Atanasova che suona anche la viola (dando a volte un tocco folk al sound), ed anche questa volta la band di Sofia non si è smentita, sfornando un disco davvero piacevole, diviso in 11 tracce per quasi 70 minuti di durata totale. Ecco, forse, qualche sforbiciata qua e là contribuirebbe a rendere più snello ed appetibile l’ascolto, ma si tratta di dettagli, dato che, come detto, il disco è davvero piacevole. La Atanasova, pur non disdegnando liricismi vari, non risulta mai stucchevole, né esagerata; il ritmo imposto dall’ottimo batterista Nikola Ivanov è sempre frizzante, mentre la restante parte degli strumenti fa la sua parte alla grande; forse solo il basso è leggermente sacrificato in sottofondo e poteva essere maggiormente protagonista. La cosa che sorprende, soprattutto quando spesso nel female fronted symphonic metal varie labels propongono dischi noiosissimi, è che nessuno si sia accorto della qualità fuori dal comune di questi Metalwings, tanto da costringerli ancora una volta ad autoprodurre la loro splendida musica! Ma della cecità ed ignoranza del music business ne abbiamo parlato fin troppe volte e non serve proseguire oltre…. Come detto, l’unico punto debole di questo disco sta nella durata eccessiva di alcuni brani (diversi superano i 7 minuti), ma si tratta di dettagli che non pesano più di tanto sull’ottima riuscita finale, dato che è sempre stato piacevole ascoltare e riascoltare questo “A whole new land”. Complimenti Metalwings, continuate sempre così!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Cynic: sarà l'ultimo capitolo della loro storia?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un eccellente debut EP per i finlandesi Benothing
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Torna la furia primitiva dei finlandesi Concrete Winds
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rhapsody of Fire tornano con un disco all’altezza del loro grande passato
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Temperance raggiungono un livello superiore
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hypocrisy: un nome, una leggenda, una garanzia. Il gran ritorno di Tägtgren e soci
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Rosa Nocturna: un buon progetto ma con qualche difetto di troppo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jason Payne & The Black Leather Riders: una band da tenere d'occhio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto assoluto per gli italianissimi Spiral Wounds
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli appassionati di Gothic con voce maschile ecco i Basement's Glare
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Album di debutto per gli Athemon, frutto della collaborazione di un duo anglo-brasiliano
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un live che potrebbe aprire ad un futuro interessante: disco dal vivo per i CRΩHM!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla