A+ A A-
 

Junkwolvz: un esordio incerto. Junkwolvz: un esordio incerto. Hot

Junkwolvz: un esordio incerto.

recensioni

gruppo
titolo
“Still Going Down”
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:
1. Rip You Apart
2. All The Tears
3. The Snake (Al Wilson Cover)
4. Still Going Down
5. Brown Sugar (The Rolling Stones Cover)

Line up:
Panos Tsampras (Nospa): rhythm/lead guitars, bass, vocals
Stefanos Kokkalis: drums
Tasos Mantis: lead guitars

opinioni autore

 
Junkwolvz: un esordio incerto. 2021-05-13 16:56:14 Corrado Franceschini
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Corrado Franceschini    13 Mag, 2021
Ultimo aggiornamento: 13 Mag, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Talvolta non è una cosa facile recensire il disco di una band esordiente e nel caso degli Junkwolvz, lo è stato ancor di meno. Il gruppo di Atene, nato nel 2017, dopo un primo scioglimento si è riformato nel 2019 e ha cominciato a fare sul serio. Il leader del terzetto, Panos, ha lavorato in pieno lockdown sulle canzoni che erano già pronte, e nel luglio 2020 è uscito il demo “Still Going Down”. La band mostra una certa attitudine ed è in grado di sprigionare energia ma il fattore dell’autoproduzione in uno studio casalingo, unito alla presenza di due cover su cinque canzoni presenti, non gioca a favore degli ellenici. Da un lato abbiamo delle buone idee unite a una musica che, personalmente, ho situato tra l’Heavy Metal “atletico” dei Raven, la N.W.O.B.H.M. per certi passaggi grezzi della produzione, e i nostrani Fingernails. La voce di Panos rispetto alle chitarre è bassa mentre, a tratti, sono la batteria e il basso a risultare sotto tono. Va da se che questi fattori rendono difficile l’ascolto. Peccato perché i riffs che scaturiscono dalle chitarre, farebbero felice qualsiasi Thrasher degno di tale nome. La sintesi di ciò che ho detto è racchiusa nella seconda traccia dal titolo “All The Tears”. Thrash, cambi, soli, il tutto bisognoso di una voce più incisiva e in evidenza, e di una migliore coordinazione. Se dovessi puntare su un pezzo giocherei il mio malloppo sull’omonima “Still Going Down”; pensate se fosse uscita dal primo album degli Exodus che successo avrebbe fatto. Che dire delle due covers? “The Snake” (rifacimento del brano di Al Wilson n.d.a.) ha un piglio decisamente più Rock, quasi Street, rispetto all’originale che toccava le corde del Soul. “Brown Sugar” (Rolling Stones) ha un suono aggressivo e un’esecuzione che potrebbe proporre una qualsiasi band underground in sala prove. Sono sicuro che se gli Junkwolvz avessero aspettato qualche mese a far uscire il loro demo: poco dopo il rilascio è stato aggiunto alla line up un secondo chitarrista, il tutto avrebbe assunto una piega diversa e avrebbero meritato la sufficienza. Auguro al gruppo di trovare uno studio di registrazione che possa valorizzare il lavoro svolto in fase compositiva. Solo così i quattro potranno diventare realmente competitivi.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Manntra: dalla Croazia un metal tra folk, industrial e gothic
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Reunion dopo un decennio e primo full-length per i Beyond Man
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli americani Witch Vomit ed un EP pesante come un macigno
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Desaster sono l'esempio concreto di garanzia e attitudine
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Worm Shepherd inaugurano l'entrata in ULR con una ristampa del disco di debutto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debutto piuttosto standard quello degli americani Kill The Imposter
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli On Atlas' Shoulders realizzano un disco che non dispiace
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
J.P. Krom, un nome nuovo dal Cile
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Varego: melting pot di stili strano, ma vincente
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shade Of Memories, nulla di memorabile
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Frozen Hell chiudono la loro carriera con un album dal retrogusto amaro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla