A+ A A-
 

Con soli due brani, gli irlandesi Coscradh vi prendono a scudisciate in faccia Con soli due brani, gli irlandesi Coscradh vi prendono a scudisciate in faccia Hot

Con soli due brani, gli irlandesi Coscradh vi prendono a scudisciate in faccia

recensioni

gruppo
titolo
Mesradh Machae (The Heads of the Men Who Have Been Slaughtered)
etichetta
Invictus Productions
Anno

PROVENIENZA: Irlanda 

GENERE: Black/Death Metal 

FFO: Spectral Voice, Vircolac, Malthusian, Mitochondrion, Abyssal 

LINE UP: 
Ciarán Ó Críodáin - vocals, guitars
Jason Keane - guitars, vocals
Hick O Aodha - bass, vocals
Karl Leavey - drums 

TRACKLIST: 
1. Mesradh Machae [05:56] 
2. Plagues of Knowth [06:10] =ASCOLTA= 

Running time: 12:06 

opinioni autore

 
Con soli due brani, gli irlandesi Coscradh vi prendono a scudisciate in faccia 2021-05-12 17:01:26 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    12 Mag, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Secondo EP per gli irlandesi Coscradh, che a quattro anni di distanza da "Of Death and Delirium" (e cinque dal demo omonimo) pubblicano questo lavoro di due soli brani a titolo "Mesradh Machae (The Heads of the Men Who Have Been Slaughtered)", edito da Invictus Productions. Diciamo subito che i Coscradh fanno parte di quella sempre più crescente scena Death Metal irlandese che negli ultimi anni ha attinto nuovo sangue da gruppi come gli stessi Coscradh, i Vircolac - il cui bassista Jason Keane è qui impegnato alla chitarra, mentre il cantante Darragh O'Laoghaire è il proprietario della Invictus - ed i Malthusian. Proprio a questi ultimi come sonorità sono accostabili i Nostri, che, come possiamo sentire sia nella title-track che in "Plagues of Knowth", guardano anche Oltreoceano verso gli incredibili Spectral Voice. Il Black/Death dei Coscradh è quanto di più classico ci possa essere, ma allo stesso tempo il quartetto riesce a liberarsi dai soliti stilemi grazie ad una sotterranea vena thrashy che rende le loro composizioni più agili ed al contempo più facilmente assimilabili. "Mesdrah Machae" è un grezzissimo lavoro Black/Death capace di colpire con passaggi paludosi e claustrofobici, e, soprattutto, di piazzare delle frustate d'inaudita violenza, come è lì a dimostrare la traccia #2. Persino una produzione volutamente sporca si sposa perfettamente con la proposta dell'act irlandese, che ci regala un lavoro il cui unico difetto è quello di durare poco più di 10 minuti. La domanda che quindi rimane alla fine dell'ascolto è: a quando un full-length?

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Manntra: dalla Croazia un metal tra folk, industrial e gothic
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Reunion dopo un decennio e primo full-length per i Beyond Man
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli americani Witch Vomit ed un EP pesante come un macigno
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Desaster sono l'esempio concreto di garanzia e attitudine
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Worm Shepherd inaugurano l'entrata in ULR con una ristampa del disco di debutto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debutto piuttosto standard quello degli americani Kill The Imposter
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli On Atlas' Shoulders realizzano un disco che non dispiace
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
J.P. Krom, un nome nuovo dal Cile
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Varego: melting pot di stili strano, ma vincente
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shade Of Memories, nulla di memorabile
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Frozen Hell chiudono la loro carriera con un album dal retrogusto amaro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla