A+ A A-
 

Glasgow una ristampa ghiotta per gli amanti dell'hard and heavy inglese! Glasgow una ristampa ghiotta per gli amanti dell'hard and heavy inglese!

Glasgow una ristampa ghiotta per gli amanti dell'hard and heavy inglese!

recensioni

gruppo
titolo
Zero Four One
etichetta
Aor Heaven
Anno

Tracklist:
1. We Will Rock
2. Secrets In The Dark
3. Back On The Run
4. My Heart Is Running With The Night
5. Meet Me Halfway
6. Under The Lights
7. No More Lonely Nights
8. Breakout
9. Will You Be Mine (bonus track, 7" Single 1988)

Line up: 
Michael Boyle - vocals
Archie Dickson - guitars
Neil Russell - bass
Gavin Povey - keyboards
Paul McManus - drums

opinioni autore

 
Glasgow una ristampa ghiotta per gli amanti dell'hard and heavy inglese! 2021-03-02 09:33:06 Celestial Dream
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Celestial Dream    02 Marzo, 2021
Ultimo aggiornamento: 02 Marzo, 2021
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dalla Scozia per il debutto dei Glasgow nominato “Zero Four One“, intitolato così perché 041 è il prefisso telefonico della città.

Si tratta di una ristampa per una release pubblicata originariamente nel 1987, che qui viene ripresa con la presenza di una bonus track inedita e stampata in versione limitata (soltando cinquecento copie!) acquistabile solamente dal sito dell'etichetta. Un bel mix di Aor, hard rock più classico ed un pizzico di NWOBHM (alla Demon per intenderci!); il sound dei Glasgow è pieno e arriva dritto alle orecchie con melodie calde e ricercate anche grazie alla voce espressiva di Mick Boyle. Tastiere presenti ma non invasive, la musica dei Glasgow punta sul pathos di brani come le spettacolari “No More Lonely Nights” e “Secrets In The Dark”, song che mostrano la classe chiara ed evidente della band capitanata dal chitarrista Archie Dickson. Più robusta l'opener “We Will Rock” mentre la lenta e teatrale “ Back On The Run” mostra il lato più intenso della musica firmata Glasgow.

Un'occasione davvero ghiotta per gli amanti delle sonorità degli anni Ottanta per ripescare un disco che merita di trovare un posticino in ogni discografia grazie al lavoro della Aor Heaven.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Con soli due brani, gli irlandesi Coscradh vi prendono a scudisciate in faccia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli australiani Hecatomb un demo dalla produzione ormai anacronistica
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano gli scozzesi Lunar Mantra con il loro Black Metal melodico ed evocativo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Terzo studio album per i russo-nipponici Traumatomy
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un lavoro solista solido e convincente per lo storico singer Robin McAuley
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Assolutamente promosso il debut album omonimo degli inglesi Cult Burial
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla