A+ A A-
 

Un debut album interessante per i polacchi Tranquillizer 247 Un debut album interessante per i polacchi Tranquillizer 247 Hot

Un debut album interessante per i polacchi Tranquillizer 247

recensioni

titolo
Dziesięć
etichetta
Another Side Records
Anno

PROVENIENZA: Polonia 

GENERE: Death Metal/Grindcore 

FFO: Cannibal Corpse, Gutalax, Brutal Truth, Spasm 

LINE UP: 
Gulash - vocals 
Muzzler - guitars 
Gruby - guitars 
Łysy - bass 
Szancer - drums 

TRACKLIST: 
1. Revenge of the Pork [03:05] 
2. Dirty Marriage [02:14] 
3. Kristin [02:32] 
4. Crocodile [01:46] 
5. Anioły Zjadają Plon [02:50] 
6. Baal [05:52] 
7. Dysk-O [02:21] =ASCOLTA= 
8. Walec [02:53] 
9. Friday [02:45] 
10. Pitbull [02:06] =ASCOLTA= 

Running time: 28:24 

opinioni autore

 
Un debut album interessante per i polacchi Tranquillizer 247 2020-07-22 11:58:52 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    22 Luglio, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uscito lo scorso ottobre su Another Side Records, "Dziesięć" è il debut album dei polacchi Tranquillizer 247, Death/Grindcore band nata durante una nottata a base di ettolitri di alcool: esiste modo migliore per fondare una band? C'è da dire che questo debutto targato Tranquillizer 247 mi ha favorevolmente sorpreso, vuoi perché non è che ci fossero aspettative così alte - il genere proposto dai Nostri spesso ci regala episodi decisamente dimenticabili -. Invece il quintetto polacco sa decisamente il fatto suo: non stiamo di certo parlando di un capolavoro, sia chiaro, ma il lotto di brani che compongono la tracklist di "Dziesięć" hanno un buon piglio ed un discreto groove; uno stile che intreccia le sonorità dei primi Cannibal Corpse ed i Brutal Truth con tematiche che non possono non ricordare i folli Gutalax e Spasm, il tutto condito da una produzione soddisfacente che mette ottimamente in risalto l'operato del quintetto di Częstochowa. Pezzi come l'opener "Revenge of the Pork", la lunghissima (per gli standard del genere) "Baal", "Kristin" e "Dysk-O" smuoveranno la loro sana dose di headbanging, trovando - ne sono sicuro - terreno fertile in sede live.
Un buon lavoro quello eseguito dai Tranquillizer 247: "Dziesięć" va a guadagnarsi la sufficienza in scioltezza, essendo uno di quei dischi che si lascia ascoltare "senza impegno".

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Manntra: dalla Croazia un metal tra folk, industrial e gothic
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Reunion dopo un decennio e primo full-length per i Beyond Man
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli americani Witch Vomit ed un EP pesante come un macigno
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Desaster sono l'esempio concreto di garanzia e attitudine
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Worm Shepherd inaugurano l'entrata in ULR con una ristampa del disco di debutto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debutto piuttosto standard quello degli americani Kill The Imposter
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli On Atlas' Shoulders realizzano un disco che non dispiace
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
J.P. Krom, un nome nuovo dal Cile
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Varego: melting pot di stili strano, ma vincente
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shade Of Memories, nulla di memorabile
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Frozen Hell chiudono la loro carriera con un album dal retrogusto amaro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla