A+ A A-
 

Overkind: l'ennesima conferma che la scena Metal Italiana è in ottima salute. Overkind: l'ennesima conferma che la scena Metal Italiana è in ottima salute. Hot

Overkind: l'ennesima conferma che la scena Metal Italiana è in ottima salute.

recensioni

gruppo
titolo
Acheron
etichetta
Andromeda Relix
Anno

Tracklist:
1. Hollow Man's Secret
2. The Fiend - Tales Of Ordinary Madness
3. Cerberus
4. My Violent Side
5. Acheron
6. Circle IV
7. Flames
8. All Is Grey
9. Traitor's Letter
10. Anger Fades

Line-up:
Andrea Zamboni (Voce)
Riccardo Castelletti (Chitarra)
Filippo Zamboni (Basso)
Tino Fracca (Batteria)

opinioni autore

 
Overkind: l'ennesima conferma che la scena Metal Italiana è in ottima salute. 2020-05-31 08:16:57 Sonia Giomarelli
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Sonia Giomarelli    31 Mag, 2020
Ultimo aggiornamento: 31 Mag, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

"Acheron" nella mitologia grecia rappresenta uno dei fiumi del Regno degli Inferi. Nella Divina Commedia l'Acheronte è la linea di confine che separa l'Antinferno dall'Inferno e che simboleggia la transizione delle anime dei defunti dalla vita alla morte. Per i più appassionati troviamo una rappresentazione dell'Acheronte anche in una incisione di Gustave Dorè nella sua personale visione dell'Inferno Dantesco datato 1861.
Parlando più specificatamente di musica, "Acheron" è anche il titolo del primo disco degli Overkind che si ispira alla Commedia Dantesca. Gli Overkind arrivano da Verona e si formano nel 2016 dalle ceneri dei Fatal Destinty, progetto di Prog Metal e di cui esiste solo una release ufficiale, "Palindromia" uscita per la Andromeda Relix nel 2015, stessa etichetta che ha preso sotto la sua ala questa nuova band. Gli Overkind continuano il percorso stilistico che era proprio della band ormai defunta e si impongono sul mercato con questo disco che è un piccolo gioiello della scena Prog nostrana. "Acheron" esce nel 2019 e ci presenta in musica i gironi danteschi attraverso dodici pezzi e un Artwork particolare.
La sensazione che si ha all'ascolto del disco è che qua non ci sono limiti, la band ha sperimentato e ha presentato un sound vario seppur la matrice sia quella del Progressive Metal. Ma parliamo di un genere che di per sè non deve imporre degli schemi e quindi se troviamo pezzi dal sapore Prog come la title-track introdotta da rumori di acqua in movimento e che si caratterizza per soluzioni tipiche del genere come un lavoro in sezione ritmica equilibrato, in altri spunti come la messa in musica della storia d'amore fra Paolo e Francesca ("Love Lies") in cui è il Groove che si impone come caratterizzazione principale.
Il giro di basso iniziale di "Anger Fades" va a strizzare l'occhio a Dream Theater più attuali così nel lotto la band veneta ha cercato di proporre anche un sound più introspettivo come quello del trio "Flames"/"Hollow's Man Secret"/"My Violent Side" con pianoforte e voce.
"All Is Grey" ed "End Of A Souless Thief" sono figlie di un approccio al Prog Metal da parte di una band giovane ma che sa il fatto suo, ma si guarda anche ad un passato ormai cristallizzato nel tempo come il lavoro di pianoforte di "Traitor's Letter" che omaggia i Savatage più sinfonici. La conclusiva "The Fiend - Tales Of Ordinary Madness" chiude le danze in maniera egregia. Ora avere sotto mano un prodotto del genere mi ha confermato ancora una volta lo status attuale della nostra scena musicale e cioè che è in ottima salute nonostante i mille problemi logistici e soprattutto culturali.
"Acheron" è un lavoro che non è un capolavoro ma rasenta un voto alto perchè nel complesso presenta un lotto di pezzi vari, equilibrati forti di una lavoro di in fase di composizione e arrangiamento decisamente convincenti. La padronanza degli strumenti da parte di questi ragazzi è notevole, siamo sopra la media di qualità per un disco d'esordio.

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Crying Steel: Heavy Metal duro e puro
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blazing Eternity, i pionieri del Gothic/Doom tornano con un album maestoso
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Crucifier: dagli anni '90 per gli amanti dell'Extreme Metal degli anni '90
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Replicant: la consacrazione di una band di livello assoluto
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sulphur and Mercury: Alchimia & Metallo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
King Zebra: un Hard Rock melodico molto catchy e spensierato che precipita nello scontato
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Razor Attack, ci vuole di meglio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, un breve EP che conferma le qualità del gruppo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancient Trail, un disco che merita attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarefield: orrorifici!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyspläcer, un debut album che fa intravedere del talento
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Opera: grande incompiuta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla