A+ A A-
 

Bello ma non esaltante Bello ma non esaltante Hot

Bello ma non esaltante

recensioni

titolo
Nemesis
etichetta
Edel-Ear Music
Anno


01 Abandon
02 Unbreakable
03 Stand My Ground
04 Halcyon Days
05 Fantasy
06 Out Of The Fog
07 Castles In The Air
08 Dragons
09 One Must Fall
10 Fireborn (bonus track)
11 Hunter (bonus track)
12 If The Story Is Over
13 Nemesis

opinioni autore

 
Bello ma non esaltante 2013-03-13 07:54:17 Celestial Dream
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Celestial Dream    13 Marzo, 2013
Ultimo aggiornamento: 21 Marzo, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Stratovarius non hanno bisogno di presentazioni; la band finnica è attiva da oltre due decenni ed è senza dubbio tra le bands power metal più grandi di sempre. Con la dipartita di Tolkki nel 2008 qualcuno li dava per spacciati ed il primo disco senza il grande Timo ("Polaris", 2009) fu soltanto un onesto lavoro. Con "Elysium" (2011) però gli Strato furono capaci di tornare a livelli altissimi, dando alle stampe un album super, capace di far parte dei miei dischi preferiti per l'anno 2011.

E arriviamo a "Nemesis", 14esimo disco della band e forse l''album più duro nella discografia degli Strato, merito di una produzione perfetta e potente e di un Matias Kupiainen che si prende l'onere di buona parte del songwriting del disco e che dà alla sua chitarra un sound roccioso, come potete constatare dall'iniziale e discreta "Abandon". Quello che manca in questo disco son delle vere e proprie hits, e se le due bonus tracks, "Fireborn" e "Hunter" (disponibili solo nella versione digipack limitata) sono tra le migliori canzoni della tracklist, allora c'è qualcosa che non va. "Unbreakable" è un bel mid tempo easy listening in pieno stile Tolkki's Era e ricorda canzoni del passato come "Paradise" e "Hunting high and low" mentre le canzoni veloci scarseggiano in questo disco ed una delle poche è "Halcyon Days", bel brano dai suoni moderni scelto per il video promozionale. I miei due pezzi preferiti sono in realtà quelli usciti dalla mente di Jens Johansson che sono posti uno dietro l'altro e parlo di "Castles in the air" un mid tempos elegante che presenta un chorus favoloso e la cavalcata power "Dragons". Piace la happy "Fantasy", anche se un pò banalotta, mentre non poteva mancare la canonica ballata che in questo caso è la piacevole "If the story is over". Poco altro in questo album con "Out Of The Fog" song un pò anonima e "Stand my ground" che presenta la voce filtrata di Kotipelto ma l'esperimento funziona poco, inoltre il ritornello sa tanto di già sentito. Non mi sono piaciuti molto neppure i solos di Matias, che in questo disco fa rimpiangere più che mai le splendide aperture soliste del buon vecchio panciuto Tolkki.

"Nemesis" è un disco che conferma gli Stratovarius a buoni livelli e ci mostra un gruppo in salute composto da una formazione compatta e pronta a tornare ai vertici della scena mondiale. Il livello del songwriting è purtroppo a mio parere sceso rispetto al precedente e favoloso "Elysium" e resta un pò di amaro in bocca perchè si ha la sensazione che si potesse fare di più. Bello ma non esaltante.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Crying Steel: Heavy Metal duro e puro
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blazing Eternity, i pionieri del Gothic/Doom tornano con un album maestoso
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Crucifier: dagli anni '90 per gli amanti dell'Extreme Metal degli anni '90
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Replicant: la consacrazione di una band di livello assoluto
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sulphur and Mercury: Alchimia & Metallo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
King Zebra: un Hard Rock melodico molto catchy e spensierato che precipita nello scontato
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Razor Attack, ci vuole di meglio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, un breve EP che conferma le qualità del gruppo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancient Trail, un disco che merita attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarefield: orrorifici!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyspläcer, un debut album che fa intravedere del talento
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Opera: grande incompiuta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla