A+ A A-
 

North Hammer: Full-lenght di debutto per i canadesi dal cuore nord-europeo North Hammer: Full-lenght di debutto per i canadesi dal cuore nord-europeo Hot

North Hammer: Full-lenght di debutto per i canadesi dal cuore nord-europeo

recensioni

titolo
Stormcaller
etichetta
Autoproduzione
Anno

01. Avatar

02. Wanderer

03. Written In The Stars

04. Magic Mead

05. Tip Of The Spear

06. A Soldier’s Song

07. Black Forest Rain (Instrumental)

08. Spellbinder

09. North Hammer

10. Lion’s Winter


Line up

Andrew James - Vocals/ Guitars/ Bass/ Orchestration
Doug Helcaraxë Nunez – Drums

opinioni autore

 
North Hammer: Full-lenght di debutto per i canadesi dal cuore nord-europeo 2018-05-24 19:37:44 Gianni Izzo
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Gianni Izzo    24 Mag, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dietro il moniker North Hammer, si cela un duo canadese, il mastermind e polistrumentista Andrew James, che si occupa praticamente di tutto (voci, chitarre, basso, tastiere), tranne che della batteria, suonata dall’amico Doug Helcaraxe Nunez.

Andrew James è palesemente affascinato da tutto ciò che è europeo, dalla mitologia norrena, a tutto ciò che di metallico e musicale ruota intorno ad essa.

“Stormcaller” è un buon album, che non aggiunge niente alla scena viking, ma ne sa riprendere le caratteristiche peculiari rilanciandole quasi sempre al meglio.
Tra tutte le band di riferimento citate nel press kit, direi che in particolare sono gli Ensiferum ed i Wintersun i due gruppi di maggior impatto sul songwriting dei nostri.
“Wanderer” non è la cover degli Ensiferum, ma basta sentire il solenne coro iniziale per pensare ad un brano della band finlandese.

I North Hammer, però evitano di far troppo sponda verso un folk scanzonato, le loro ritmiche rimangono militaresche, le loro atmosfere rimangono epiche, senza concessione ad un’immagine gioconda, su cui gli ultimi Ensiferum stanno facendo (troppo) leva.

Diciamo che piuttosto che pezzi come “Spellbinder” o “North Hammer” che risultano un po’ troppo generiche, colpiscono per prima ma stufano anche abbastanza presto, sono brani un po’ più ricercati come “Written In The Stars” o la durissima “Lion’s Winter” a tenere maggiormente banco.

A conti fatti se vivete di certe sonorità, ma non avete sopportato le troppe sferzate un po’ facilone degli ultimi Ensiferum, oppure non avete quel quarto d’ora a canzone da dover dedicare ai Wintersun, i North Hammer sono una discreta alternativa, aspettando di vedere quale sarà la loro prossima mossa.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Primo soddisfacente full-length per i francesi Dawohl
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai Rotting Empire un secondo album espressamente per i fans degli Amon Amarth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mega Colossus: metallo tecnico e di buona fattura.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Halo Effect, ossia il più grande omaggio ai primi anni 2000 degli ultimi dieci anni
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo nove anni gli Shuriken Cadaveric Entwinement pubblicano il loro terzo album
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Tyrants of Chaos, classico Heavy Metal dall'Alberta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards, questa volta non ci siamo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Helios, nuova band con Tim Aymar
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phoebus The Knight, un progetto che stenta a decollare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Destral, una vera gemma dalla Spagna
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla