A+ A A-
 

AGGRAVATOR STRIKES BACK!!! AGGRAVATOR STRIKES BACK!!! Hot

AGGRAVATOR STRIKES BACK!!!

recensioni

titolo
Sterile Existence
etichetta
Dead Center prods.
Anno

BAND

Mike Cortes                  Drums

Derek Jones                 Rythm Guitar/Vocals

Tristan Hernandez        Bass

Jesse Lopez                 Lead Guitar



Tracklist:
01 - Decapitators Temple
02 - Transhuman Incorporeal
03 - High Impact Homicides
04 - Subconcious Blind
05 - Abhorrent Point of View
06 - Hacked Human Debris
07 - Sterile Existence
08 - Future Rephased
09 - Target Obliteration

 

opinioni autore

 
AGGRAVATOR STRIKES BACK!!! 2016-12-24 21:12:56 Francesco Noli
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Francesco Noli    24 Dicembre, 2016
Ultimo aggiornamento: 25 Dicembre, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

E dopo la Re-issue già presa in esame invero dal sottoscritto per il cd precedente, tornano i nostri Aggravator con il loro thrash furente e spaccaossa con un nuovo full-lenght intitolato “Sterile Existence”. Premesso col dirvi che le belle sensazioni scatenate da "Populace Destructor" qui rivivono in un lavoro sempre si brutale, ma più ragionato; non inganni l'iniziale "Decapitators Temple" col suo arpeggio melodico in apertura, la furia si abbatte con un riffing assassino alla Slayer e batteria a manetta poco dopo. I pezzi sono più ragionati e viene allungato il minutaggio delle canzoni (Abhorrent Point Of View, Future Re-phased) anche se di poco: ma se mentre gli altri lavori erano sparati a mille e qui assalti brutali non mancano di sicuro (High Impact Homicide, Target Obliteration), è l'alternanza con pezzi più cadenzati a colpire nel segno come nel caso della title track. Molto probabilmente i nostri oggi si sentono più sicuri dei loro mezzi e quindi, anche se non tantissimo, giocano un po’ sulle cadenze e dinamiche strutturali che danno respiro al lavoro. Per carità non è niente di trascendentale, ma gli Aggravator sanno suonare e sanno divertire portandoci indietro nel tempo con questo “Sterile Existence” divertente e dannatamente retrò che farà la gioia di tutti i Die Hard Fans di un genere ben lungi dal tramontare!!!

Francesco Noli

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Rebel Priest: buona l'energia, ma non la produzione.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vis Mystica: la passione per Guerre Stellari ed il "Jedi Metal"
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si spostano su lidi sinfonici con un secondo disco spettacolare gli spagnoli Bonecarver
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Settimo album per gli Ingested
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gran bel debut album per i tedesco-spagnoli Jade
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sufficienza piena per i Defying Plague al loro debutto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Opus Arise, Symphonic Metal strumentale dal Canada
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Distance of Thought, un buon debut album
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Conor Brouwer’s Call of Eternity, una nuova metal opera dall'Olanda
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'altra interessante realta caraibica: gli Omnifariam
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Ancestry: Black Metal vecchio stampo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Neptune, direttamente dagli anni '80
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla