A+ A A-
 

Gli Hibria celebrano con questo Ep i loro primi 20 anni di carriera Gli Hibria celebrano con questo Ep i loro primi 20 anni di carriera Hot

Gli Hibria celebrano con questo Ep i loro primi 20 anni di carriera

recensioni

gruppo
titolo
XX
etichetta
Test Your Metal Records
Anno

 

1. Leading Lady (5:37)

2. Music (5:11)

3. Fools Paradise (5:41)

4. Silent Revenge (Live) (6:57)

5. Lonely Fight (Live) (4:59)

6. Tightrope (Live) (5:53)

7. Tiger Punch (Live) (6:17)

Album Length: 40:40 

Band Members:  Iuri Sanson / Abel Camargo / Eduardo Baldo / Renato Osorio / Ivan Beck

 

opinioni autore

 
Gli Hibria celebrano con questo Ep i loro primi 20 anni di carriera 2016-09-23 11:37:43 Celestial Dream
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Celestial Dream    23 Settembre, 2016
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Seguo gli Hibria fin dal loro debutto perchè la band brasiliana ha dimostrato sin da subito di saperci fare e anche i dischi più recenti sono ottimi esempi di heavy/power potente e melodico al punto giusto.

Ora la band con questo "XX" festeggia il ventennale della propria carriera con 7 pezzi di cui tre inediti e 4 live. Un lavoro non di assoluto interesse quindi, se non per i fans della band. Le tre nuove songs sono davvero valide, partendo da "Leading Lady" con qualche inserto più hard rock ed un riff da headbanging, passando per la potente "Music", fino a "Fools paradise" che con sonorità più progressive ricorda qualcosa degli Angra più recenti. Per quanto riguarda la seconda parte dell'ep, registrata al Teatro do CIEE, a Porto Alegre (Brasile) nel Novembre del 2015, bisogna dire che il sound è davvero buono e spicca su tutte la potentissima "Silent revenge". Un buon modo per capire come suonano dal vivo i pezzi degli Hibria ma nulla più.

Per celebrare queste due decadi si poteva anche fare di meglio. Un ep piacevole ma niente di più.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

A zonzo sul confine tra Svezia e Norvegia col debutto degli Åskog
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Against Evil ed il loro genuino heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Artillery: con una X segnano il decimo album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Red Moon Architect: il freddo bacio finnico della morte
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Einherjer: risplende sufficientemente bene la stella dei vichinghi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Junkwolvz: un esordio incerto.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla