A+ A A-
 

Buon album per i Dead End Finland Buon album per i Dead End Finland Hot

Buon album per i Dead End Finland

recensioni

titolo
Season of Withering
etichetta
Inverse Records
Anno

Line-Up:
Mikko Virtanen: Vocals
Santtu Rosen: Guitars & Bass
Miska Rajasuo: Drums
Jarno Hänninen: Keys

 

track-List:
1.     Season of Withering     03:52      
2.     Zero Hour     04:59      
3.     Hypocrite Declaim     03:49      
4.     Paranoia     04:55      
5.     An Unfair Order     03:42      
6.     Bag of Snakes     01:22      
7.     Silent Passage     03:40      
8.     Sinister Dream     04:27      
9.     Shape of the Mind     04:02      
10.     Dreamlike Silence     05:45

 

 

opinioni autore

 
Buon album per i Dead End Finland 2014-08-21 12:33:14 mario
voto 
 
3.0
Opinione inserita da mario    21 Agosto, 2014
Ultimo aggiornamento: 21 Agosto, 2014
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Che questo "Season Of Withering" dei Dead End Finland sia un bel lavoro, non c'è alcun dubbio.
Il quartetto finlandese propne un melodic death metal davvvero buono, non troppo originale, ma sicuramente gradevole. Questo disco è il secondo lavoro dei Dead End finland, uscito verso la fine del 2013 (precisamente ad Ottobre) sotto la "Inverse Records". Prendendo spunto dai vari Children of Bodom, Soilwork e Dark Tranquillity, i Dead End Finland tirano fuori dieci canzoni potenti ed, ovviamente, melodiche che non fanno assolutamente gridare al miracolo, ma si lasciano ascoltare.

L'album praticamente non ha difetti, pur non essendo eccelso. Un particolare molto piacevole, che si nota fin da subito all'ascolto della prima traccia, è la bravura del singer Mikko Virtamen che si trova a suo agio sia a cantare in growl che in modo pulito, anche se a mio parere è decisamente più bravo nello stile growl. In ogni caso, anche per quanto riguarda gli strumenti non c'è che da gioire.
Per quanto il sound non sia originale (anzi è molto classico), le chitarre lavorano benissimo, senza riciclare. A voler andare ad ogni costo a cercare qualche difetto, ogni tanto si può sentire qualche parte non proprio eccelsa; ad esempio il riff della prima canzone, la title track "Season of Withering", non è molto ispirato e risulta un po' scontato; anche nella quarta "Zero Hour" purtroppo vale lo stesso discorso. Un altro piccolo particolare non entusiasmante (o almeno, per come la vedo io) è il fatto che a volte gli elementi di metal moderno si facciano troppo marcati, ed uno come me, che non ama particolarmente queste sonorità, potrà trovare un pochino di difficoltà. In fin dei conti non è nulla di particolarmente grave, anzi chi ama quei suoni avrà un motivo in più per dare un ascolto al disco.

Per il resto, questo "Seasons Of Whitering" è un discreto, ma piacevolissimo, lavoro di metal estremo, che mostra una band in piena forma, in dieci tracce decise e efficaci, come la spaccaossa "Silent Passage" oppure l'ottima "Shape of The Mind", forse quella che più mi ha catturato e interessato dell'intero lavoro.

In conclusione: nel complesso i Dead End Finland hanno dato sicuramente un prova degna di nota e chi era rimasto rapito dal loro debutto (non passato ancora tra le mie mani) non potrà che gioire nell'ascolto di questo "Seasons of Whitering" che, come detto, non è privo di difetti, ma si rivela comunque una proposta più che gradevole.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Per i fans del più classico US Death Metal, il secondo album degli Orthodoxy
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Alestorm: meno sperimentazioni e più sostanza
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Invaders: Spanish attack!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kaledon, il settimo capitolo della "Legend of the Forgotten Reign"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debut album per i Gutvoid: a tratti ripetitivo, ma colpisce la grande tecnica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Live Burial: adepti della vecchia scuola Death Metal
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un EP piuttosto inutile per la one man band Foul Body Autopsy
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ostinazione a rinnegare la personalità: debutto per gli Stormbound
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Of Indigo: non sempre esagerare porta buoni risultati
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Andy Gillion: un disco strumentale dedicato ai videogiochi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Daniele Liverani: un disco (parzialmente) diverso dal solito
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dekta: dalla Spagna con un Metal aggressivo e moderno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla