A+ A A-
 

Altro debutto per la scatenata Liljegren Records Altro debutto per la scatenata Liljegren Records Hot

Altro debutto per la scatenata Liljegren Records

recensioni

titolo
Charlie Shred
etichetta
Liljegren Records
Anno


1. ARISE
2. PANIC
3. DEATH COMES TO ALL
4. THE ROSE
5. TAINTED INSIDE
6. TIME TO DIE
7. THE ANCESTORS GUIDE
8. GAME OVER
9. WELCOME TO HELL
10. FALL DOWN

opinioni autore

 
Altro debutto per la scatenata Liljegren Records 2012-06-16 12:33:29 Celestial Dream
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Celestial Dream    16 Giugno, 2012
Ultimo aggiornamento: 16 Giugno, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dopo i successi di Golden Resurrection e Reinxeed, la Liljegren Records è sempre più attiva sul mercato. Già abbiamo decantato le lodi del positivo debutto di Pellek, recensito su Allaroundmetal solo qualche settimana fa, ora è il turno di un'altra band che giunge al primo disco, i Charlie Shred. Questo gruppo svedese è stato fondato nel 2008 dai due chitarristi dei già menzionati Reinxeed, ovvero Calle Sundberg & Mattias Johansson, e ci presenta un power-heavy che punta molto sulla melodia dei pezzi. Devo ammettere che le 10 tracce che compongono questo album non sono affatto male, a differenza di una copertina mediocre e del nome scelto per la band.

L'inutile breve intro “Arise” apre la strada ad alcuni pezzi piacevoli come il duetto 100% power metal nordico, composto da “Panic” e “Death comes to all”. Mica male neanche la più controllata “The rose” che potrei definire come la miglior song del disco in questione. Mentre “Tainted inside” è un buon brano, che torna su ritmi più veloci ricordando gli Axenstar, band mai molto apprezzata dal sottoscritto, Peccato che la seconda metà di questo debutto sia nettamente inferiore rispetto al livello iniziale. La veloce e più 80's “Time to die” (in stile Riot di Thundersteel) e soprattutto la heavy “Game Over” c'entrano poco con il resto del disco e la strumentale “The ancestors Guide” non fa certo la differenza. Fortunatamente si ritorna sulla retta via con la bella “Fall down” posta in chiusura.

Quando tra 20-30 anni leggerete un libro sulla storia del power metal, difficilmente i Charlie Shred verranno menzionati, però questo debutto non è cosi malaccio e si attesta poco sopra la sufficienza.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Speed Limit: un EP di sei brani per festeggiare i 40 anni di attività
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ad Patres: altra buona prova per la Death Metal band transalpina
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fractal Generator: brutale Blackened Death e sprazzi di gelidi synth
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dreamgate, un altro debut album col botto!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nightmare: semplicemente mastodontici
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 "Winds of Disdain", ottimo ritorno per i Trail of Tears
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Rötual: debut EP per la band canadese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Moral Putrefaction: sound classico e buona tecnica in un buon debutto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shivered, il lato molto profondo della sua sfera interiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan:  l’assalto continua…
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Water Sunset, un meraviglioso tributo ai Control Denied
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla