A+ A A-
 

Gli Evildead non hanno dimenticato come si suona il Thrash Gli Evildead non hanno dimenticato come si suona il Thrash Hot

Gli Evildead non hanno dimenticato come si suona il Thrash

recensioni

gruppo
titolo
"Toxik grace"
etichetta
Steamhammer/SPV
Anno

TRACKLIST:
1. F.A.F.O.
2. Reverie
3. Raising fresh hell =VIDEO UFFICIALE=
4. Stupid on parade
5. Subjugated souls = VIDEO UFFICIALE=
6. Bathe in fire =TRACK VIDEO=
7. Poetic omen
8. World ov rats
9. Fear porn

LINE UP:
Phil Flores – Voce
Juan Garcia – Chitarre
Albert Gonzales – Chitarre
Karlos Medina – Basso
Rob Alaniz – Batteria

opinioni autore

 
Gli Evildead non hanno dimenticato come si suona il Thrash 2024-06-16 17:08:30 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    16 Giugno, 2024
Ultimo aggiornamento: 16 Giugno, 2024
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ci sono state un sacco di bands nell’ondata Thrash degli anni ’80 che hanno realizzato ottimi dischi, ma non sono mai riuscite ad essere annoverate come “big” della scena; ho adorato, tra queste, i Forbidden, gli Heathen, gli Onslaught, gli Artillery, i Toxik, i Whiplash, i Wrathchild America e gli Evildead. Proprio questi ultimi sono tornati a farsi sentire a fine maggio 2024 con un album notevole intitolato “Toxic grace”, edito dalla Steamhammer/SPV, dotato di artwork piacevole che ricorda le copertine degli altri dischi della band (come dimenticare la mitica copertina del capolavoro “Annihilation of civilization”?!?) e composto da nove tracce infuocate, della durata totale di poco più di 35 minuti (è prevista una decima traccia, una cover dei Killing Joke, sulla versione in vinile, purtroppo non avuta a disposizione per questa recensione). La band fondata dal chitarrista cubano Juan Garcia, il cui nome è ispirato all’omonimo film di Sam Raimi, aveva realizzato due dischi pregevoli tra fine anni ’80 e primi ’90 (più il primo che il secondo, per amore di onestà), per poi riprendere l’attività definitivamente nel 2016, sfornando un terzo album di sostanza nel 2020. Sono passati 35 anni dall’esordio storico, ma lo stile degli Evildead è sostanzialmente immutato, con una proposta dura, tosta e ricca di energia, una sorta di mix tra il Thrash della Bay Area dei Testament, con qualche spruzzata di mosh degli Anthrax. Una dopo l’altra scorrono killer-tracks ed anche quando il ritmo rallenta (“Poetic omen”, ad esempio), il groove sulle chitarre e la potenza del basso non mancano mai per rendere i vari pezzi sempre tosti a dovere. La voce dello screamer Phil Flores è immutata nel tempo e sempre efficace e graffiante come agli esordi. Se avete amato gli Evildead del passato, anche questo “Toxic grace” sarà di vostro gradimento, dato che hanno sempre saputo come si suona il Thrash Metal e non se lo sono affatto dimenticati! Ed ora speriamo solo che continuino così…

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Disloyal: quinto album per i deathsters polacchi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Octoploid: la perfetta fusione tra Progressive Death e Prog/Psychedelic Rock settantiano
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Blast Wave: possono fare di più e meglio
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Verikalpa: Folk Metal "only for fans"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Visions of Atlantis, la classe del Symphonic Metal in "Pirates II - Armada"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Requiem’s Embrace, un EP di debutto che lascia intravedere qualcosa...
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dyscordia, un altro gruppo di talento costretto all'autoproduzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il Gothic degli Inver: discreto ma acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trog: primo album per i deathsters del New Jersey
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nyktophobia: un quarto album in cui viene data maggiore importanza alle atmosfere
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Doncryus: esordio per i puri defenders!
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Philosophy Of Evil, la follia in musica
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla