A+ A A-
 

Angels of Babylon: il disco perfetto esiste! Angels of Babylon: il disco perfetto esiste! Hot

Angels of Babylon: il disco perfetto esiste!

recensioni

titolo
"Aquarius"
etichetta
FireRock Music Group
Anno

TRACKLIST:
1. Aquarius
2. Stormzone
3. I Rule The World
4. When The Spirits Fly Away
5. I Believe You
6. Zachery
7. Into the Darkness
8. Fallen Ones

LINE UP:
Rhino – voce, batteria
Alex Stephens – chitarre
Kevin Burns – chitarre
Ned Meloni - basso

opinioni autore

 
Angels of Babylon: il disco perfetto esiste! 2024-06-16 16:50:51 Corrado Franceschini
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Corrado Franceschini    16 Giugno, 2024
Ultimo aggiornamento: 16 Giugno, 2024
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La prima formazione degli Angels of Babylon, anno 2008, può essere considerata alla stregua di un supergruppo, o quasi. Da allora ad oggi molto è cambiato ma il batterista Kenny Rhino Earl (ex-Manowar, Holy Hell e molti altri) non ha perso la sua passione e il suo possente drumming. Il terzo album degli Angels of Babylon, “Aquarius”, mi ha soddisfatto in pieno e vi preannuncio sin da ora, che lo troverete al primo posto della mia classifica di fine anno (magari a pari merito con un altro N.d.A.). In questo terzo lavoro ci sono otto pezzi dalla produzione impeccabile e sono ognuno diverso dall’altro. Niente noia, grande energia, ma anche tratti melodici suggellati da tastiere mai invadenti. Questo, in estrema sintesi, il quadro generale dell’album. Si inizia con il Metal roccioso dai riff di chitarra poco geometrici dell’eponima “Aquarius”. Scoppio del ritmo che vira all’Heavy e solo scatenato lasciano il segno. “Stormzone” possiede una struttura varia e un ottimo assemblaggio dei ritmi, che non risultano mai “addormentati” né noiosi. “I Rule the World” sfrutta i solchi tracciati dal genere epico - cadenzato e permette alle chitarre di Alex Stephens e Kevin Burns di venire alla luce in tutta la loro perizia e conoscenza, oppure di “tramare” in sottofondo. “When the Spirits Fly Away” è un concentrato di tranquillità, e melodia apportata dalle tastiere. La voce di Rhino prende quota su delle note che, in certi passaggi, mi hanno ricordato una vecchia canzone di Mike Oldfield, “Guilty” del 1979, il cui video fungeva da sigla di una trasmissione Tv italiana (credo fosse Pop, Rock and Soul). “I Believe in You” è un Heavy battente e aggressivo, supportato da un solo di chitarra violento. “Zachery” è aperta da una fase prolungata di tastiere semi cupe e poi, dopo novanta secondi, sfocia in un ritmo in cadenza classica che sembra uscire direttamente da un album di Ronnie James Dio. Il risultato finale, grazie anche ad un coro insistente, è eccellente. “Into the Darkness” alterna strappi che passano dalla cadenza al suono pesante e veemente, sino ad arrivare a dei break epici. “Fallen Ones” è forgiata su un Power/Speed che verrà apprezzato dagli amanti degli Helloween, suffragata come è dal ritmo impresso dalle chitarre. Per una volta mi sbilancio e dico: “Acquisto obbligatorio”! Buon ascolto.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Disloyal: quinto album per i deathsters polacchi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Octoploid: la perfetta fusione tra Progressive Death e Prog/Psychedelic Rock settantiano
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Blast Wave: possono fare di più e meglio
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Verikalpa: Folk Metal "only for fans"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Visions of Atlantis, la classe del Symphonic Metal in "Pirates II - Armada"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Requiem’s Embrace, un EP di debutto che lascia intravedere qualcosa...
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dyscordia, un altro gruppo di talento costretto all'autoproduzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il Gothic degli Inver: discreto ma acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trog: primo album per i deathsters del New Jersey
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nyktophobia: un quarto album in cui viene data maggiore importanza alle atmosfere
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Doncryus: esordio per i puri defenders!
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Philosophy Of Evil, la follia in musica
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla