A+ A A-
 

Mad Hatter, un disco che richiama i fasti del Power Metal Mad Hatter, un disco che richiama i fasti del Power Metal Hot

Mad Hatter, un disco che richiama i fasti del Power Metal

recensioni

titolo
“Oneironautics”
etichetta
Art Gates Records
Anno

TRACKLIST:
1. Oneironautics
2. Lord of dragons
3. Death in Wonderland =TRACK VIDEO=
4. I will find my way
5. The witches of Blue Hill
6. Our fears in towe
7. Lost in wonder
8. The king’s guide
9. Temple of time
10. Fire in my heart =VIDEO UFFICIALE=

LINE UP:
Petter Hjerpe - Voce, Chitarre
Peter Larsson - Chitarre
Samuel Olsson - Tastiere
Alfred Fridhagen - Batteria

opinioni autore

 
Mad Hatter, un disco che richiama i fasti del Power Metal 2024-06-15 10:24:41 Ninni Cangiano
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    15 Giugno, 2024
Ultimo aggiornamento: 15 Giugno, 2024
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Se questo album, intitolato “Oneironautics”, fosse uscito almeno 25 anni fa e se gli svedesi Mad Hatter avessero iniziato la loro carriera negli anni ’90, avremmo parlato di un capolavoro del Power Metal scandinavo, uno di quei full-length che, accanto ad “Episode” e “Visions” degli Stratovarius, o “Ecliptica” dei Sonata Arctica o pochi altri, ha finito per scrivere le pagine più gloriose di questo genere musicale. Sfortunatamente questo disco è uscito a fine maggio del 2024, un po’ in ritardo rispetto a quell’epoca d’oro del genere. Personalmente però, mi sono ritrovato magicamente catapultato alla mia gioventù, quando mi isolavo dal mondo che avevo attorno ascoltando in cuffia a tutto volume canzoni come “Replica” o “Black diamond” a ripetizione; forse all’epoca, se avessi avuto questo CD, magari avrei consumato, alla stessa maniera delle precedenti, anche canzoni come “The witches of Blue Hill” o l’opener “Lord of dragons” (dopo l’inutilissima intro che dà il titolo all’album), come anche la iper-melodica “Lost in wonder”, tanto per citare le prime che mi vengono in mente. E, proprio per continuare con la massima sincerità, non me ne frega assolutamente niente del tempo che è passato, della latitanza dell’originalità e dell’innovazione, perché questo disco mi ha suscitato sensazioni piacevoli, emozionandomi e facendomi passare ad ogni ascolto poco meno di 38 minuti in assoluta beatitudine. Alla fine cosa chiediamo dalla musica? Ci deve piacere, ci deve emozionare e/o dare sensazioni gradevoli, ci deve coinvolgere e convincere e questo disco ha tutte queste caratteristiche! E’ suonato e cantato benissimo, è prodotto in maniera impeccabile, si lascia ascoltare più che gradevolmente ed ogni volta ci lascia con la voglia di riascoltarlo nuovamente…. Cosa volete di più?

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Disloyal: quinto album per i deathsters polacchi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Octoploid: la perfetta fusione tra Progressive Death e Prog/Psychedelic Rock settantiano
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Blast Wave: possono fare di più e meglio
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Verikalpa: Folk Metal "only for fans"
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Visions of Atlantis, la classe del Symphonic Metal in "Pirates II - Armada"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Requiem’s Embrace, un EP di debutto che lascia intravedere qualcosa...
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dyscordia, un altro gruppo di talento costretto all'autoproduzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il Gothic degli Inver: discreto ma acerbo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trog: primo album per i deathsters del New Jersey
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nyktophobia: un quarto album in cui viene data maggiore importanza alle atmosfere
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Doncryus: esordio per i puri defenders!
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Philosophy Of Evil, la follia in musica
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla