A+ A A-
 

Nightmare: semplicemente mastodontici Nightmare: semplicemente mastodontici

Nightmare: semplicemente mastodontici

recensioni

gruppo
titolo
Encrypted
etichetta
AFM Records
Anno

TRACKLIST:
1. Nexus Inferis
2. The Blossom of My Hate
3. Voices from the Other Side
4. Saviours of the Damned =VIDEO UFFICIALE=
5. Wake the Night
6. Encrypted
7. Incandescent
8. White Lines
9. Borderlines
10. Eternal Winter =VIDEO UFFICIALE=

LINE UP:
Barbara Mogore - voce
Franck Milleliri - chitarre
Matt Asselberghs  - chitarre
Yves Campion - basso
Niels Quiais - batteria

opinioni autore

 
Nightmare: semplicemente mastodontici 2024-06-08 15:51:23 MASSIMO GIANGREGORIO
voto 
 
5.0
Opinione inserita da MASSIMO GIANGREGORIO    08 Giugno, 2024
Ultimo aggiornamento: 08 Giugno, 2024
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Se non fosse che i Nightmare abbiano iniziato nel lontanissimo 1979 in Grenoble suonando Punk Rock, al primo ascolto di questa release avrei pensato ai migliori cloni possibili dei nostri Lacuna Coil. Signori, questo è un Signor CD! Già dalle prime note di questo "Encrypted" ho cominciato a ruggire come non facevo da tanto tempo. Per me, che non ho remore a mostrare la mia abissale ignoranza, è stata una scoperta folgorante. Non avevo mai ascoltato i Nightmare e me ne pento amaramente, perché si tratta di una band all'apice della maturità artistica che mostra una vena compositiva sconfinata (basti dare una scorsa alla loro discografia immensa per rendersene conto...) ed una varietà di ottime idee abbinata ad una padronanza tecnica sopraffina. Quanto il sound della band francese ha cominciato a virare decisamente verso l'Heavy Metal, i membri fondatori Loïc Ribaud, Hervé "Eric" Mosca e Pierre-Louis Longequeue lasciarono il gruppo nel 1980 e rimasero i soli Yves Campion ed Etienne Stauffert come membri originari. Subito dopo si unirono a loro Joe Amore e Nicolas De Dominicis formando così la prima line-up dei Nightmare. Giunsero fino a fungere da band di supporto nientedimeno che dei Def Leppard nel in 1983. Un terzo album denominato "Nova Atlantis" fu messo in cantiere dopo l'uscita di "Power of the Universe", ma la band si sciolse nel 1988, per poi tornare - dopo un lungo letargo - nel 1999, anno a partire dal quale, fortunatamente, il gruppo transalpino non si è più fermato. "Encypted" rappresenta il loro dodicesimo full-length, ma il sound è talmente fresco che sembra che suonino insieme da un numero di anni inferiore ma che basta a decretarne la piena maturità, come ho scritto prima. I pezzi che compongono questo disco sono dieci autentici masterpieces metallici che mi portano a ritenere, senza tema di smentita, che sia uno dei migliori in assoluto in ambito Power Metal con riflessi Doom; coinvolgente e travolgente dalla prima all'ultima nota, provoca una vera e propria sindrome da headbanging contagiosissima, che non ti molla più, persino ad ascolto terminato! Dalla opening track "Nexus Inferi" fino alla conclusiva "Eternal Winter" sarete avvinti da una sequenza di brani bellissimi e sempre variegati, ottimamente suonati e con la voce di Barbara massicciamente ammaliante. Non può e non deve assolutamente mancare nella vostra collezione di dischi.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Royal Rage ed il buon vecchio Thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La contorta personalità del Black Metal: Merrimack - "Of Grace and Gravity"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Evildead non hanno dimenticato come si suona il Thrash
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angels of Babylon: il disco perfetto esiste!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Miasmic Serum: debutto per una nuova interessante realtà Death Metal nostrana
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Golgotha: Doom/Death melodico di scuola scandinava dalle calde Isole Baleari
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Pectora, un disco con luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rötual: debut EP per la band canadese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Moral Putrefaction: sound classico e buona tecnica in un buon debutto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shivered, il lato molto profondo della sua sfera interiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan:  l’assalto continua…
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla