A+ A A-
 

House by the Cemetary: secondo album all'insegna della continuità House by the Cemetary: secondo album all'insegna della continuità Hot

House by the Cemetary: secondo album all'insegna della continuità

recensioni

titolo
The Mortuary Hauntings
etichetta
Pulverised Records
Anno

PROVENIENZA: Svezia/Stati Uniti 

GENERE: Death Metal 

FFO: Entombed, Dismember, Bloodbath, Paganizer, Grave 

LINE UP: 
Mike Hrubovcak - voce 
Rogga Johansson - chitarre, basso 
Matthias Fiebig - batteria 

TRACKLIST: 
1. Cadavers Emerge [03:31] =TRACK VIDEO= 
2. Beware of the Woods [03:42] =TRACK VIDEO= 
3. The Realm of the Cursed [03:52] 
4. Beyond Oblivion [04:02] 
5. Infested [03:27] 
6. The Book of Eibon [03:41] 
7. Tortured Severe [03:42] 
8. Opening the Gates of Hell [05:16] 
9. Crypts of Torment [03:41] 

Running time: 34:52 

opinioni autore

 
House by the Cemetary: secondo album all'insegna della continuità 2024-06-06 15:57:23 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    06 Giugno, 2024
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

A tre anni da "Rise of the Rotten" tornano sempre per Pulverised Record gli svedesi/americani House by the Cemetary, band che vede militare nelle proprie fila il cantante Mike Hrubovcak (ex-Monstrosity), Rogga Johansson (Paganizer e decine di altri progetti) a chitarre e basso e Matthias Fiebig (Paganizer, Portal) dietro le pelli. Esattamente come col predecessore, anche con questo nuovo "The Mortuary Hauntings" gli House by the Cemetary ci offrono il loro Death Metal derivante dalla vecchia scuola svedese - cose che non dovrebbe sorprendere data la presenza come songwriter di Johansson -, con sonorità dunque groovy e che vedono le chitarre assurgere ad un ruolo di protagonista tra riffoni rocciosi e taglienti melodie, con a condire il tutto un drumming che impone ritmiche marcatamente Thrash/Hardcore. Va da sé, se cercate la novità quello dei Nostri è sicuramente l'indirizzo sbagliato: gli HbtC non fanno assolutamente nulla per nascondere le loro influenze, con Rogga Johansson che scrive e suona quello che gli riesce meglio con risultati, a nostro avviso, decisamente buoni. Possiamo poi notare che a differenza del predecessore, "The Mortuary Hauntings" ha un piglio più autoritario ed un approccio più diretto e si divide in egual misura tra pezzi più 'classici' - per quanto riguarda il genere proposto - come la doppietta di singoli iniziali "Cadavers Emerge" e "Beware of the Woods", ed altri dalle arie più cupe e pesanti, come ad esempio "Beyond Oblivion" che è, secondo noi, l'episodio migliore dell'album. Gli House of the Cemetary non sono qui per reinventare la ruota, come si suol dire, ma semplicemente ci regalano una mezz'ora abbondante di Death Metal svedese nudo e crudo che compiacerà sicuramente i tantissimi fans di questo espresso filone. In generale, "The Mortuary Hauntings" è un lavoro ampiamente sufficiente: dategli un ascolto, che male non fa.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Royal Rage ed il buon vecchio Thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La contorta personalità del Black Metal: Merrimack - "Of Grace and Gravity"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Evildead non hanno dimenticato come si suona il Thrash
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angels of Babylon: il disco perfetto esiste!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Miasmic Serum: debutto per una nuova interessante realtà Death Metal nostrana
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Golgotha: Doom/Death melodico di scuola scandinava dalle calde Isole Baleari
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Pectora, un disco con luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rötual: debut EP per la band canadese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Moral Putrefaction: sound classico e buona tecnica in un buon debutto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shivered, il lato molto profondo della sua sfera interiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan:  l’assalto continua…
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla