A+ A A-
 

Gli Elvellon seguono la lezione dei Nightwish Gli Elvellon seguono la lezione dei Nightwish

Gli Elvellon seguono la lezione dei Nightwish

recensioni

gruppo
titolo
“Ascending in synergy”
etichetta
Napalm Records
Anno

TRACKLIST:
1. Unbound
2. A vagabond’s heart =VIDEO UFFICIALE=
3. My forever endeavour =LYRIC VIDEO=
4. Ocean of treason
5. The aftermath of life =VIDEO UFFICIALE=
6. Last of our kind
7. Into the vortex
8. A legacy divine
9. The aeon tree
10. Epiphany of mine

LINE UP:
Nele Messerschmidt – voce
Gilbert Gelsdorf – chitarre
Jan Runkel - basso
Pascal Pannen – tastiere
Martin Klüners – batteria

opinioni autore

 
Gli Elvellon seguono la lezione dei Nightwish 2024-06-04 18:47:22 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    04 Giugno, 2024
Ultimo aggiornamento: 04 Giugno, 2024
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Avevo conosciuto i tedeschi Elvellon all’epoca del loro debut album, quel “Until dawn” uscito nel 2018; da allora è cambiato il bassista (Phil Kohout è stato sostituito da Jan Runkel) ma, di fatto, il sound è rimasto pressoché invariato anche in questo “Ascending in synergy”, ancorato a quel female fronted Symphonic Metal fortemente ispirato a quanto realizzato dai Nightwish. Per essere sinceri, la band di Tuomas Holopainen è ancora molto presente come fonte d’ispirazione, ma in questo “Ascending in synergy”, secondo album del gruppo della Renania Settentrionale-Vestfalia, gli Elvellon cercano di iniziare ad intraprendere una strada più personale nei ristretti limiti che un genere fortemente inflazionato come questo consente. Già la cantante, l’affascinante Nele Messerschmidt, cerca di essere leggermente più aggressiva ed i suoi liricismi non sono stucchevoli come purtroppo accade ad altre sue colleghe, diversificando un po’ il suo approccio, pur mantenendolo sempre fortemente ispirato dalla lezione impartita da Tarja Turunen. I vari ascolti dati a questo album, sia pure con la difficoltà dello streaming (non proprio il massimo della vita, almeno per il sottoscritto! E si spera sempre che prima o poi alla Napalm Records se ne rendano conto…), sono comunque sempre stati piacevoli; certo il minutaggio elevato di alcuni pezzi (mi riferisco a “Into the vortex” e soprattutto a “The aeon tree”, con lunghe, troppo lunghe parti parlate) non ha facilitato il tutto e forse con qualche taglio qua e là il disco sarebbe stato anche più efficace. Manca, inoltre, quella hit che ti fa saltare dalla sedia e che vale da sola l’acquisto del CD; cerco di spiegarmi meglio: i vari pezzi non sono assolutamente male, come detto anzi sono gradevoli da ascoltare, ma non ho trovato quella scintilla, quel pezzo che d’impatto che ti faccia dire “wow!”. Di contro, obiettivamente non ci sono canzoni di basso livello qualitativo e tutte quante si attestano su una media sicuramente buona. Possiamo concludere dicendo che “Ascending in synergy” (splendido artwork!) è comunque un disco valido, sia pure non particolarmente originale, e gli Elvellon hanno fatto dei passi avanti rispetto al passato; il talento di sicuro non manca loro e li aspettiamo alla prossima prova, certi che sapranno ancora fare meglio!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Royal Rage ed il buon vecchio Thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La contorta personalità del Black Metal: Merrimack - "Of Grace and Gravity"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Evildead non hanno dimenticato come si suona il Thrash
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angels of Babylon: il disco perfetto esiste!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Miasmic Serum: debutto per una nuova interessante realtà Death Metal nostrana
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Golgotha: Doom/Death melodico di scuola scandinava dalle calde Isole Baleari
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Pectora, un disco con luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rötual: debut EP per la band canadese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Moral Putrefaction: sound classico e buona tecnica in un buon debutto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shivered, il lato molto profondo della sua sfera interiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan:  l’assalto continua…
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla