A+ A A-
 

Tenebrific: un EP d'esordio autoprodotto di livello qualitativo eccelso Tenebrific: un EP d'esordio autoprodotto di livello qualitativo eccelso Hot

Tenebrific: un EP d'esordio autoprodotto di livello qualitativo eccelso

recensioni

titolo
Labyrinth of Anguish
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: Australia 

GENERE: Blackened Death Metal 

FFO: Grave Miasma, Ulcerate, Deathspell Omega, Ulthar, Sepulchral Curse 

LINE UP: 
Cris Bassan - voce 
Adam Martin - chitarre 
Robin Stone - batteria (session) 

TRACKLIST: 
1. Harmony ov Suffering [06:13] 
2. Tormenting Shadows [09:20] =TRACK STREAM= 
3. The Final Offering [06:42] 

Running time: 22:13 

opinioni autore

 
Tenebrific: un EP d'esordio autoprodotto di livello qualitativo eccelso 2024-05-09 16:19:38 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    09 Mag, 2024
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

EP d'esordio autoprodotto per una band di cui sentiremo sicuramente parlare in futuro: si tratta degli australiani Tenebrific, duo formato da Cris Bassan (Decrepid) alla voce ed Adam Martin (Golgothan Remains) alle chitarre, a cui si è aggiunto in quest'opera come session il batterista Robin Stone (Ashen Horde, Norse). "Labyrinth of Anguish" - questo il titolo - è composto da tre lunghi brani per una durata totale di poco superiore ai 20 minuti in cui vediamo la band di Syndney alle prese con un Blackened Dead dai toni apocalittici e le atmosfere mortifere, in un mix tra la furia di Grave Miasma e Sepulchral Curse e le arie tecnico-avanguardiste di Ulcerate, Deathspell Omega e, soprattutto, Ulthar. Seppur composto da soli tre pezzi, si ha bisogno di diversi attenti ascolti per entrare nelle intricate trame di questo EP che raggiunge il proprio culmine con il singolo "Tormenting Shadows": nei suoi quasi 10 minuti si attraversano tutti gli spettri di colori cupi dati dai Tenebrific alle proprie composizioni, tra passaggi che richiamano certo Avant-garde Metal estremo tra Ulcerate e Deathspell Omega e brutali passaggi Black/Death, in un vortice sonoro violentemente atmosferico. "Harmony ov Suffering" e "The Final Offering" sono anch'essi ottimi pezzi che completano un affresco mortale tra varie tonalità di grigi e neri. Un biglietto da visita di cui tenere estremamente conto questo "Labyrinth of Anguish"; se i Tenebrific rispetteranno le promesse, con questo EP abbiamo assistito alla nascita di una nuova potenza nella scena estrema australiana.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Royal Rage ed il buon vecchio Thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La contorta personalità del Black Metal: Merrimack - "Of Grace and Gravity"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Evildead non hanno dimenticato come si suona il Thrash
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angels of Babylon: il disco perfetto esiste!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Miasmic Serum: debutto per una nuova interessante realtà Death Metal nostrana
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Golgotha: Doom/Death melodico di scuola scandinava dalle calde Isole Baleari
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Pectora, un disco con luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rötual: debut EP per la band canadese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Moral Putrefaction: sound classico e buona tecnica in un buon debutto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shivered, il lato molto profondo della sua sfera interiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan:  l’assalto continua…
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla