A+ A A-
 

Blazing Eternity, i pionieri del Gothic/Doom tornano con un album maestoso Blazing Eternity, i pionieri del Gothic/Doom tornano con un album maestoso Hot

Blazing Eternity, i pionieri del Gothic/Doom tornano con un album maestoso

recensioni

titolo
A Certain End of Everything
etichetta
Mighty Music
Anno

LINE UP:
Peter Mesnickow - voce
Morten Kroll Lybecker - chitarre, basso, synth
Lars Riis Korsholm - batteria

TRACKLIST:
1. One Thousand Lights =VISUALIZER VIDEO=
2. The Secrets of White
3. A Certain End of Everything =VIDEO UFFICIALE=
4. The Ghosts of Another Broken Life
5. No Bringer of Light
6. Your Mountains Will Drown Again
7. The Bells

opinioni autore

 
Blazing Eternity, i pionieri del Gothic/Doom tornano con un album maestoso 2024-04-15 14:54:25 Valeria Campagnale
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Valeria Campagnale    15 Aprile, 2024
Ultimo aggiornamento: 15 Aprile, 2024
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Blazing Eternity ci hanno fatto attendere vent'anni per poter avere un nuovo album e ritornano in gran forma con sette nuovi brani di Gothic/Doom Metal malinconico, epico e atmosferico tra chitarre tetre e voci aspre, insomma l’impronta ben nota dei Blazing Eternity in "A Certain End of Everything" è ben evidente. Dai pionieri danesi del genere Melodic Doom/Gothic Metal non ci si poteva aspettare che un lavoro fantastico e già con la prima traccia, nonché il primo singolo estratto, "One Thousand Lights”, la cupezza si fa strada e attraversa l’assoluta bellezza, lasciando una sensazione tetra con sonorità oscure e malinconiche di chitarre dalle sonorità profonde, in un altalenarsi di arie, a volte più cupe e altre più ariose. Meravigliosa la voce roca di Peter Mesnickow, che si dimostra nuovamente sempre all’altezza in ogni brano. Il viaggio nel regno dei Blazing Eternity prosegue con la più melodica “The Secrets of White”, con chitarre sempre sfolgoranti, un ritmo in crescendo ed una voce più ‘pulita’; un brano che si distingue dagli altri pezzi nella sua forma più leggera. Con “A Certain End of Everything” la band ci riporta alle proprie radici in un contesto Doom Metal che lascia senza fiato, intensa e penetrante che cinge una spirale di emozioni cupe in cui si respira una tristezza penetrante; un brano così intenso e corposo in cui la musica si fa penetrante, grazie anche ai vocalizzi penetranti di Peter, meravigliosamente acre. Come flusso continuo si prosegue con “The Ghosts of Another Broken Life”, altro brano intimista e tetro dove chitarre sofferenti e voce intensificano il dolore in un emozionante vortice con un ritmo continuo dove il basso di Morten Kroll Lybecker e la batteria di Anders Ro Nielsen accompagnano più che egregiamente la cadenza di questo brano tanto malinconico, quanto tetro. “No Bringer of Light” è un altra traccia profonda e carica di malinconia intensa, splendida riprova di quanto i Blazing Eternity siano ancora pieni di carica emotiva e di vena creativa; ottimo il lavoro di Morten Kroll Lybecker anche con la presenza di synth eterei. Il penultimo brano, “Your Mountains Will Drown Again”, è un altro colpo al cuore, struggente e malinconico che ci accompagna al finale con “The Bells” in cui il connubio tra l'oscurità e la malinconia emergono magnificamente. Con “A Certain End of Everything” i Blazing Eternity ci regalano un procedimento stilistico intenso con una ambientazione fatta di atmosfere oscure e ben definite. L'album sarà pubblicato il 19 aprile e già lo posso annoverare tra i migliori di questo anno.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Retched, Thrash Metal  vecchia scuola con "The Overlord Messiah"
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Natthammer: dal Perù, un female fronted combo abbastanza convincente
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bat, quando il singer fa la differenza... in negativo
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cardiac Arrest: come sempre fedeli al loro Death Metal old school
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo album solista di Tezza nella scia del buon vecchio Power Metal italiano
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nocturnus AD: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Tenebrific: un EP d'esordio autoprodotto di livello qualitativo eccelso
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per quest'album i Cyrax mescolano stili troppo diversi senza alcun criterio
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Elle Tea, Metal e Hard Rock per passione
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tomb of Giants, Heavy Metal di buon livello
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Inner Me, un disco su Houdini
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Maesün, un debutto con rivelazione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla