A+ A A-
 

Thorium, la prima parte del disco è eccezionale Thorium, la prima parte del disco è eccezionale Hot

Thorium, la prima parte del disco è eccezionale

recensioni

gruppo
titolo
"Extraordinary journeys pt. 1”
etichetta
Freya Records
Anno

TRACKLIST:
1. Overture 1828 - Time and generations
2. Age of adventure
3. Across the nations =LYRIC VIDEO=
4. Nightfall =VIDEO UFFICIALE=
5. Bushido! (Disposable Heroes theme) =LYRIC VIDEO=
6. Thorium
7. Morituri te salutant
8. Gladiator
9. To sleep neath mountainous waves
10. Echoes of lost souls

LINE UP:
David Marcelis – voce
Tom Tee – chitarre
Dario Frodo – chitarre, tastiere
Stripe – basso
Kjell De Raes – batteria

opinioni autore

 
Thorium, la prima parte del disco è eccezionale 2023-12-17 10:44:14 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    17 Dicembre, 2023
Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre, 2023
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Thorium sono un gruppo belga (da non confondere con gli omonimi deathsters danesi) nato nel 2016, con all’attivo una manciata di singoli, un EP e due LP, prima di questo nuovo album intitolato “Extraordinary journeys pt. 1”, uscito a metà novembre per la label olandese Freya Records. Già dal titolo ci si immagina di essere davanti ad un concept album, con in arrivo anche dei seguiti; sono dieci le tracce che fanno parte di questo lavoro (dotato di piacevole artwork) per una durata totale di poco superiore ai 50 minuti; calcolando che la prima è la classica intro (tra l’altro anche piacevole e non del tutto inutile) e la settima un breve intermezzo strumentale, capirete che molti pezzi hanno durate importanti, soprattutto verso la fine, quando la band sembra voler “allungare il brodo”, andando a compromettere quanto di buono fatto fino ad allora. Ma andiamo per gradi. Il disco inizia alla grandissima, con canzoni di assoluto valore, vere e proprie hits che da sole valgono l’acquisto del CD; mi riferisco alle prime tracce, come la splendida “Age of adventure” (forse la migliore del lotto), la tellurica “Across the nations” (eccezionale il lavoro con la doppia cassa di Kjell De Raes!), così come la ruffiana “Nightfall” (la più orecchiabile del disco) e la serrata “Bushido!”. Con l’autocelebrativa “Thorium” inizia a salire il minutaggio, ma comunque siamo ancora su livelli qualitativi sicuramente alti. E’ dopo il breve interludio “Morituri te salutant” che le cose cambiano: se fino a quel momento il sound è stato legato ad un elegante e piacevolissimo Power Metal, dagli influssi Symphonic, con l’arrivo di “Gladiator” tutto cambia e ci si sposta su lidi quasi vicini al Thrash. L’attacco di questa traccia, infatti, non può non far venire in mente i Flotsam & Jetsam o anche i Forbidden e l’impressione permane anche con la successiva “To sleep neath mountainous waves” (ma un titolo più corto no?) in cui sembra ci sia proprio un’altra band a suonare; entrambi i pezzi hanno poi minutaggi elevati che finiscono per appesantire l’ascolto. Il disco si chiude con la lunga, finanche eccessiva, “Echoes of lost souls” che vorrebbe essere una suite (il singer David Marcelis regala la sua prestazione più espressiva e calda), ma finisce per risultare non del tutto convincente a causa di lunghe parti strumentali che potevano essere anche accorciate parecchio; diciamo che se il brano fosse durato 2-3 minuti in meno sarebbe stato molto più efficace. Tirando le somme questo “Extraordinary journeys pt. 1” dei belgi Thorium è un disco eccezionale fino alla settima traccia, per poi perdersi nella parte finale; il voto, di conseguenza, è una media tra le due parti.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Royal Rage ed il buon vecchio Thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La contorta personalità del Black Metal: Merrimack - "Of Grace and Gravity"
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Evildead non hanno dimenticato come si suona il Thrash
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angels of Babylon: il disco perfetto esiste!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Miasmic Serum: debutto per una nuova interessante realtà Death Metal nostrana
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Golgotha: Doom/Death melodico di scuola scandinava dalle calde Isole Baleari
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Pectora, un disco con luci ed ombre
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rötual: debut EP per la band canadese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Moral Putrefaction: sound classico e buona tecnica in un buon debutto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shivered, il lato molto profondo della sua sfera interiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan:  l’assalto continua…
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla