A+ A A-
18 Mar

Battle Beast + Majesty + Gyze @ Colony (bs) 08/03/2017 In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Una serata all'insegna dell'heavy metal a 360 gradi in quel di Brescia al solito Colony, locale che ė sempre da ringraziare a braccia aperte per la possibilità che ci dà di assistere a tanti show che altrimenti ci sogneremmo in Italia.

 

Dal Giappone aprono i Gyze che non conoscevo visto che il loro genere non ė proprio nei miei gusti. Sono un terzetto e viaggiano a mille senza riff ma con chitarre armoniche e solos alla velocità della luce ricordando un po le sigle dei cartoni animati. Ma la voce ė growl in stile Children of Bodom e WinterSun. Simpatici quindi ma dopo un paio di canzoni iniziano gli sbadigli.

I Majesty sono reduci dal loro ultimo Rebels.  Li abbiamo visti all'opera altre volte e devo dire che pur non essendo un esempio di tecnica, il loro approccio ha sempre funzionato parecchio. Stavolta meno. La band punta troppo su canzoni del nuovo disco (che viene suonato quasi nella sua interezza) e Tarek alla voce ė risultato più scarico del solito. Ne viene fuori un live un po sottotono che si scalda con Thunder Rider e Heroes in the night. Nessun pezzo dal penultimo e bellissimo Generation steel e lo show si chiude senza aver soddisfatto del tutto me ed i presenti.

Puntuali come un orologio svizzero salgono sul palco i Batte Beast reduci da una mega bomba sonora che ė il loro nuovo Bringer of pain! La band suona ben 9 dei 10 pezzi che compongono il disco ma la scelta ė più che positiva visto che ogni brano ė una hit assoluta! Quel che sorprende é la carica che hanno questi ragazzi finlandesi che si divertono sul palco e suonano con gran tecnica e dedizione. Su tutti spicca naturalmente Noora la singer dei BB che trasmette una carica enorme e canta alla grande alternando il timbro graffiante a quello più melodico. I brani sono eseguiti alla perfezione e non si può stare fermi ascoltando la nuova title track o King for a day e nemmeno quando vengono rispolverati i vecchi brani come Black ninja e Let it roar. We will fight ė un altro pezzo che dal vivo funziona alla grandissima mentre la chiusura ė affidata all'irresistibile Beyond the burning sky. Una band pronta a prendere il volo peccato che in Italia non sia ancora considerata così ma son sicuro che anche qui presto daremo il giusto seguito a Noora e company!

(Foto by Dario Onofrio)

Ultima modifica il Sabato, 18 Marzo 2017 13:57
Devi effettuare il login per inviare commenti

releases

Arch Enemy: Il solito disco di mezzo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quando l'"ignoranza" la fa da padrona: quarto album per i Turbocharged
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Spagna l'hard rock caldo e melodico degli Hard Love
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La proposta dei Kemerov tra Death, Sludge e Garage Rock. E funziona!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Torna lo psicotico Technical Death degli Archspire
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

demo

I Dead Medusa ed un EP con troppo minutaggio sprecato
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Interessante la proposta di Freddy Spera e del suo solo project Crejuvent
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo EP per i finlandesi Distress of Ruin
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stilema: folk metal lirico!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Demo per la One Man Band romena Vorus: in formato cassetta!
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un primo lavoro più che promettente per gli Astral Fire
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla