A+ A A-
 

CELEB CAR CRASH, TREDICI TRACCE DAL SOUND PERFETTO CELEB CAR CRASH, TREDICI TRACCE DAL SOUND PERFETTO Hot

CELEB CAR CRASH, TREDICI TRACCE DAL SOUND PERFETTO

recensioni

titolo
Ambush
etichetta
Antstreet records
Anno

Tracklist:

1 Floating

2 Dead poets society

3 Celeb Car Crash

4 Tied up

5 Get more

6 Blinded by the light

7 Jerk

8 Something wrong about him

9 Dorothy

10 I wear black 'cause I'm Blue

11 The runaways

12 I' am the walrus

13 Bushido (Life in every breath)

 

Line up:

Nicola Briganti: lead vocals e guitar

Carlo Alberto Morini: guitar e backin' vocals

Michelangelo Naldini: drums

Simone Benati: bass guitar

opinioni autore

 
CELEB CAR CRASH, TREDICI TRACCE DAL SOUND PERFETTO 2013-05-28 19:28:32 Giada
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Giada    28 Mag, 2013
Ultimo aggiornamento: 28 Mag, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tredici tracce che lasciano il segno quelle dell'album "Ambush" dei Celeb Car Crash. C'è qualcosa di poetico fra le note di ogni canzone, qualcosa che sa di antico e moderno allo stesso tempo, un'ispirazione presa dal passato che si riflette nell'attualità di ogni singolo pezzo.
"Tied up", quarta canzone, culla l'ascoltatore e lo avvolge in tutta la sua bellezza, ed è così anche per "Bushido" che va a chiudere l'album con estrema cura e perfezione.
"Dead poets society" lascia che ci si perda completamente nel sound perfetto, ogni nota è al suo posto e si finisce perfino per canticchiarla una volta ascoltata.
Curato nei minimi particolari, mai ripetitivo o di difficile ascolto; non ci si stanca affatto d'averlo nello stereo e ascoltarlo più volte, ogni volta è come fosse la prima. Suoni puliti, definiti, "limati" attentamente per far si che tutto risulti in un'ordine mentale perfetto e maniacale che permetta di apprezzarlo in tutti i suoi aspetti.
Un rock diverso dal solito, suoni forti e dai tratti leggeri e adatti a tutti, anche a chi solitamente si accosta ad altri generi. Il coinvolgimento è assolutamente assicurato.
Un ottimo album che consiglio di ascoltare e riascoltare per non perderne neppure una minuscola parte.
Consigliato!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Aor purissimo per un tuffo negli anni 70 con Billy Sherwood
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo quasi due decadi, con un breve EP tornano i padri del NY Hardcore: i Cro-Mags
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i baschi Hex un Doom/Death con poche accelerazioni ma dall'impatto decisamente buono
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai tedesco-olandesi Burial Remains un buon disco per i fans della vecchia scuola svedese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
i Diviner possono ancora migliorare
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

A distanza di tredici anni tornano i thrashers americani Motive
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seconda fatica per i lussemburghesi Feradur: un signor melodic death!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Panthematic, un calderone di inflenze ma un lavoro immaturo.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Imago Imperii, una promettente band italiana
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla