A+ A A-
 

Trishula: un come back davvero notevole per gli amanti dell'Aor! Trishula: un come back davvero notevole per gli amanti dell'Aor!

Trishula: un come back davvero notevole per gli amanti dell'Aor!

recensioni

gruppo
titolo
Time Waits For No Man
etichetta
Aor Heaven
Anno

Tracklist:
1. How It's Supposed to Be
2. Fallen Hero
3. I Want It All
4. Make Up Your Mind (Take Your Time)
5. I Just Might
6. Hear No Evil
7. The Border
8. The Mighty
9. Knocked Down
10. Every Time We Touch

opinioni autore

 
Trishula: un come back davvero notevole per gli amanti dell'Aor! 2020-09-28 10:31:37 Celestial Dream
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Celestial Dream    28 Settembre, 2020
Ultimo aggiornamento: 28 Settembre, 2020
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un piacere risentire i Trishula, band inglese che solo lo scorso anno ci aveva sorpreso in positivo con il lavoro “Scared to Breathe”

La voce pulita del singer Jason Morgan, spinta dal songwriting e dalla chitarra di Neil Fraser, con melodie dal forte impatto, caratterizza questo nuovo full-length che conferma le qualità dell'act britannico. E se la partenza non fa sognare con la solamente discreta “How It's Supposed to Be”, il disco si accende subito dopo prima con la buona “Fallen Hero”, poi con le irresistibili “I Want It All” e “Hear No Evil”, con dei ritornelli davvero azzeccati. Esempi di Aor elegante ed ispirato per una tracklist che non mostra segni di cedimento e continua a colpire con l'incedere teatrale della calda “The Mighty”, la melodica “ The Border”, il rock'n'roll di “Knocked Down” e con la ballad finale “Every Time We Touch”.

Tutto fatto davvero bene, con tastiere ben presenti ma che non tolgono la scena alle schitarrate di Neil che si diletta con bei solos. “Time Waits For No Man” è un lavoro notevole, un turbinio di melodie azzeccate che farà la felicità di ogni amante di queste sonorità.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Damnation Gallery: l'inferno può attendere.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Synthetic: un mix di varie sonorità che potrebbe colpire più di qualche ascoltatore!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un "Best of" per ripercorrere la carriera di Mark Boals con le sue band
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con questo quarto album i Marche Funèbre mostrano una crescita esponenziale
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un altro ritorno a lungo atteso con gli olandesi Arsebreed
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debut album non propriamente per tutti quello dei Greybeard
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un po' troppi generi e sottogeneri convivono nel sound del debut album degli Aal
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ai Memoremains serve una chitarra più protagonista
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Prodotti del genere lasciano il tempo che trovano: tornano i Tension Rising!
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nyxem propongono un album interamente realizzato con sintetizzatori e suoni campionati
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Winter Nights: Un melodic death poco melodic e tanto death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla