A+ A A-
 

Buona questa nuova prova dei Morta Skuld Buona questa nuova prova dei Morta Skuld Hot

Buona questa nuova prova dei Morta Skuld

recensioni

titolo
Suffer for Nothing
etichetta
Peaceville Records
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Death Metal 

FFO: Obituary, Morbid Angel, Jungle Rot, Monstrosity, Skeletal Remains 

LINE UP: 
David Gregor - vocals, guitars 
Scott Willecke - guitars 
John Hill - bass 
Eric House - drums 

TRACKLIST: 
1. Extreme Tolerance [03:57] =ASCOLTA= 
2. Abyss of the Mind [04:11] 
3. Dead Weight [03:31] 
4. Divide the Soulless [04:39] 
5. The face I Hate [05:11] 
6. Forbidden [01:41] 
7. Godlike Shell [03:06] 
8. Suffer for Nothing [04:19] 
9. Facing Mortality [04:30] 
10. Machines of Hate [06:07] 

Running time: 41:12 

opinioni autore

 
Buona questa nuova prova dei Morta Skuld 2020-09-27 15:20:34 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    27 Settembre, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ho sempre pensato che i Morta Skuld abbiano raccolto meno di quanto effettivamente meritassero, specie nel loro primo stint negli anni '90: dei buoni lavoro, specialmente i primi due "Dying Remains" e "As Humanity Fades", ma mai quel quid giusto per poter assurgere allo stesso status di tanti loro colleghi dell'epoca (Obituary, Morbid Angel, Cannibal Corpse...); un buon nome dunque, elevato per quanto concerne la scena underground Death statunitense, ma mai più di quello. Fatto sta che nel '98 la band si scioglie, salvo ritornare nel 2012 ed infine, grazie alla fiducia di Peaceville Records, tornare a martoriare su disco prima con "Wounds Deeper than Time", poi con questo "Suffer for Nothing", secondo album dalla reunion e sesto in generale per la band di Milwaukee. Death Metal nudo e crudo quello dei Morta Skuld, un sound totalmente a stelle e strisce in cui possiamo trovare elementi tanto della scuola floridiana che di quella newyorchese; soprattutto, un lotto di brani che non faranno gridare al miracolo ma sono comunque tutti estremamente funzionali, tra rapide rasoiate e passaggi spaccacollo. Pezzi come "The Face I Hate" - il migliore dell'album a mio avviso -, il singolo "Extreme Tolerance", "Godlike Shell" e "Dead Weight" ci mostrano una band che senza assolutamente strafare riesce a mettere insieme un lavoro affatto noioso, ma che anzi si lascia ascoltare che è un piacere, specie se si è fruitori abituali del Metallo della Morte. Intelligente poi la mossa di inserire la breve strumentale "Forbidden" a centro disco, come a dare un attimo di respiro tra il primo ed il secondo assalto.
Un lavoro onestissimo quello dei Morta Skuld: "Suffer for Nothing" è un disco ampiamente sufficiente che saprà smuovere più di una capoccia tra gli amanti del genere. David Gregor e soci dimostrano una volta in più di come, in un modo o nell'altro, su di loro si possa sempre contare per ascoltare del sano Death Metal.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Damnation Gallery: l'inferno può attendere.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Synthetic: un mix di varie sonorità che potrebbe colpire più di qualche ascoltatore!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un "Best of" per ripercorrere la carriera di Mark Boals con le sue band
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con questo quarto album i Marche Funèbre mostrano una crescita esponenziale
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un altro ritorno a lungo atteso con gli olandesi Arsebreed
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debut album non propriamente per tutti quello dei Greybeard
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un po' troppi generi e sottogeneri convivono nel sound del debut album degli Aal
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ai Memoremains serve una chitarra più protagonista
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Prodotti del genere lasciano il tempo che trovano: tornano i Tension Rising!
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Nyxem propongono un album interamente realizzato con sintetizzatori e suoni campionati
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Winter Nights: Un melodic death poco melodic e tanto death
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla