A+ A A-
 

Song of Anhubis: bel passo in avanti per i gothic metallers spagnoli! Song of Anhubis: bel passo in avanti per i gothic metallers spagnoli! Hot

Song of Anhubis: bel passo in avanti per i gothic metallers spagnoli!

recensioni

titolo
Reversed Reflection
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:
1. Lonely Echoes From A Distant Place
2. Misantropía
3. Persephone's Call
4. Suicide Nation
5. Vestiges Of A Life
6. Hypersomnia
7. Progressive Spiral
8. Sands Of Time

Line up: 
Raquel Reych - vocals
Polvareda Johnson - guitars, synths
Mario Martín - bass, synths, vocals
Jon Goitia - drums

opinioni autore

 
Song of Anhubis: bel passo in avanti per i gothic metallers spagnoli! 2020-06-04 09:50:47 Celestial Dream
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Celestial Dream    04 Giugno, 2020
Ultimo aggiornamento: 04 Giugno, 2020
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fondati nel 2012 i Song of Anhubis debuttano nel 2016 con “Revenge As Redemption”, disco accolto non troppo bene sulle nostre pagine. Il gruppo spagnolo non si fa scoraggiare e torna ora con questa nuova interessante release “Reversed Reflection” dove si muove su sonorità rock/gotiche con elementi moderni e la voce femminile della frontwoman Raquel Reych.

Un lavoro composto da solamente sei pezzi, più intro ed outro, che presentano chitarroni pesanti e arrangiamenti di stampo elettronico ad accompagnare delle melodie vocali efficaci come dimostra l'opener “Misantropia”. Echi di Lacuna Coil escono forti durante tutta la tracklist, in particolare sulle note di “Persephone's Call” dove la singer spagnola duetta con la voce maschile grintosa di Mario Martin e i risultati sono decisamente positivi. Molto più moderna irrompe dalle casse la successiva “Suicide Nation” con effetti elettronici ed un tocco orientaleggiante e convince anche la lenta “Hypersomnia” con le sue melodie melanconiche. Il finale torna su sonorità più classiche con chitarre pesanti e ritmi rallentati nella riuscita “Progressive Spiral” interpretata molto bene da Raquel.

Un bel passo in avanti per i gothic metallers spagnoli; “Revenge As Redemption” è un lavoro dalla breve durata e non troppo personale, ma sicuramente straconsigliato agli amanti di queste sonorità.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un bel disco spensierato e ben suonato per Jessica Wolff
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Imperivm ci parlano dell'antica Roma
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tuple: lavoro solista ispirato dall'Aor scandinavo ottantiano
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Sins Of Shadows: il cammino è ancora lungo per questo giovane act francese
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Etorkizun Beltza sorprendono in positivo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Backwater un grande esempio di rock'n'roll classico pieno zeppo di adrenalina!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Virtual Symmetry, un ritorno di classe!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discreto il debut album dei lussemburghesi Theophagist
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards ed il suo italiano scorretto
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla