A+ A A-
 

Si scrive Orthodoxy, si legge Morbid Angel: debut album per la band spagnola per un target di pubblico ben preciso Si scrive Orthodoxy, si legge Morbid Angel: debut album per la band spagnola per un target di pubblico ben preciso Hot

Si scrive Orthodoxy, si legge Morbid Angel: debut album per la band spagnola per un target di pubblico ben preciso

recensioni

gruppo
titolo
Novus Lux Dominus
etichetta
The Sinister Flame
Anno

PROVENIENZA: Spagna 

GENERE: Death Metal 

FFO: Morbid Angel, Hate Eternal, Malevolent Creation, Immolation 

LINE UP: 
NTN - vocals 
Nosferatvm - guitars, bass 
Davy - guitars 
Grond GH - drums 

TRACKLIST: 
1. Evocative Darkness [01:26] 
2. Key to Victory [05:38] 
3. Flame of Primorial Essence [07:16] 
4. Novus Lux Dominus [06:36] 
5. Eerie Presence [01:31] 
6. Voluptuous Death [07:06] =ASCOLTA= 
7. Abyss of Aberration [06:09] =ASCOLTA= 
8. Acausal Emanation [00:14] 
9. Residues of an Obsolete Trance [06:07] 

Running time: 42:03 

opinioni autore

 
Si scrive Orthodoxy, si legge Morbid Angel: debut album per la band spagnola per un target di pubblico ben preciso 2020-03-31 18:04:26 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    31 Marzo, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Se si ascoltasse questo "Novus Lux Dominus" ad occhi chiusi, sarebbe forte la sensazione di aver a che fare con una release dei Morbid Angel... niente di più sbagliato, invece. "Novus Lux Dominus" è infatti il debut album degli spagnoli Orthodoxy, Death Metal band valenciana che, come avrete capito, deve il suo sound soprattutto a Trey Azagthoth e soci. Beh, forse un po' troppo. Il punto è che pur essendo questo debutto degli Orthodoxy un gran bell'allbum, troppo spesso ci si ritrova senza nemmeno accorgersene a confrontare quanto si sta ascoltando con l'Angelo Morboso di Tampa, ed è questo l'unico punto a sfavore di quest'opera. Perché per il resto, in fin dei conti, "Novus Lux Dominus" - rilasciato lo scorso 31 ottobre dalla finlandese The Sinister Flame - è come dicevamo un buonissimo album di pur e semplice Death Metal, e visto sotto quest'ottica il lavoro di NTN ed i suoi tre compagni di viaggio non può che essere promosso su tutta la linea. La produzione è perfetta per l'album, potente ma non eccessivamente pulita, anzi con quel tocco di "sporco" che aiuta a godersi a pieno le rocciose quanto maligne chitarre ed una sezione ritmica 'sandovaliana', se ci passate il neologismo. Pezzi come la triade iniziale formata da "Key to Victory", "Flame of Primordial Essence" e la title-track sanno come trascinare l'ascoltatore in un vortice di selvaggia violenza sonora, portandoci a non calare l'attenzione sino alle ultime note di "Residues of an Obsolete Trance", passando nel frattempo per due pezzi monolitici come "Voluptuous Death" ed "Abyss of Aberration".
Initule dire che quest'opera prima targata Orthodoxy è senza dubbio indirizzata soprattutto ai fans dei Morbid Angel (o Hate Eternal, Malevolent Creation... insomma, del Death Floridiano). "Novus Lux Dominus" raggiunge la promozione agevolmente, ma se solo i Nostri avessero dato un maggiore tocco personale a questo lavoro, il voto sarebbe potuto essere anche più alto. Ma per ora, così è: prendere o lasciare. Noi prendiamo.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Buono il debut album degli Oxidize
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un undicesimo album che non convince del tutto per gli svedesi Centinex
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Malinconici ed intensi i Sinisthra di Tomi Joutsen
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pretty Maids, dal Giappone per celebrare Future World
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Deformation of the Holy Realm" i Sinister pubblicano il loro quattordicesimo album
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Sonic Riot e l'amore per l'heavy metal degli anni '80
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Song of Anhubis: bel passo in avanti per i gothic metallers spagnoli!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Reism ed un sound eterogeneo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Old Bridge: L'inferno, il paradiso, e gli umani
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Che esordio per gli Everlore!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è ancora tanta strada da percorrere per il progetto Dracovallis
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla