A+ A A-
 

Cassino all'insegna dell'hardcore con il debutto dei Lesnar Suplex Cassino all'insegna dell'hardcore con il debutto dei Lesnar Suplex Hot

Cassino all'insegna dell'hardcore con il debutto dei Lesnar Suplex

recensioni

titolo
We Are the Horde
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:
1. Cassino è la Nostra
2. More than Yakuza
3. Cocktail of Molotov
4. Open the Cage
5. War

Line-up:
Piergiorgio Troiano “Giambo” (voce)
Giammarco Tommasso “Hellboy” (chitarra)
Marco Evangelista (chitarra)
Luigi Cervellini (basso)
Alessio Cervellini (chitarra)

opinioni autore

 
Cassino all'insegna dell'hardcore con il debutto dei Lesnar Suplex 2019-12-08 20:18:33 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    08 Dicembre, 2019
Ultimo aggiornamento: 09 Dicembre, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Veloce, incazzato, pieno di citazioni di film e maledettamente old school. Questo il biglietto da visita di "We Are the Horde", EP di debutto dei Lesnar Suplex. Nati a Cassino solamente l'anno scorso, i nostri propongono un metal totalmente inzuppato di Hardcore punk anni '90 e thrash furiosissimo di stampo Sodom e Sacred Reich in primis. Influenze, queste, che si sono concretizzate in questo EP che dura davvero pochissimo - cosa giustificata dato il genere - ma che riesce a farvi schizzare il cervello dalle orecchie. I riff sono marcissimi e semplici, tutto ciò che occorre per entrarvi nella testa e farvela esplodere in mille pezzi. Il classico lavoro super underground, registrato- letteralmente - nel garage di casa che, se ben spinto, riuscirà sicuramente ad avere un bacino d'utenza più ampio. E non oso immaginare il pogo violentissimo che si scatenerà in live. Non so perché, ma i Lesnar Suplex li vedo benissimo in qualche festival grindcore/porno grind dove, tra fango e birra, la gente si ammazza nel pit.
Complimenti ragazzi, un prodotto davvero fresco ed interessante, ben suonato e dal sound grezzo e marcio come i mitici anni '90 ci hanno abituato. Mi mancavano queste sonorità.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Xenos fanno centro con il loro debut "Filthgrinder"
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Grecia il melodic death malinconico dei Gentihaa
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I capitolini Enemynside tornano con un thrash onestissimo e funzionante
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wormhole: quando lo Slam/Brutal incontra il Progressive Death di scuola canadese
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I canadesi Sophist sono rimandati al prossimo lavoro (di prossima uscita)
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto per gli americani Frogg, ma con qualcosa da migliorare per il futuro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debut album discreto per i blackened death metallers americani Deadspawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto interessante, seppur breve, il debut EP dei canadesi Unburnt
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Congiura: quando la fenice rinasce dalle sue ceneri
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Russia un buon prodotto Melodic Death/Black da parte della one man band Doom Rot
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla