A+ A A-
 

Altra gemma di prog rock targato Flying Colors Altra gemma di prog rock targato Flying Colors

Altra gemma di prog rock targato Flying Colors

recensioni

titolo
Third Degree
etichetta
Music Theories Recordings
Anno

TRACKLIST

The Loss Inside

More

Cadence

Guardian

Last Train Home

Geronimo

You Are Not Alone

Love Letter

Crawl

 

Neal Morse: vocals, keys

Mike Portnoy: drums, vocals

Steve Morse: guitars, vocals

Dave LaRue: bass

Casey McPherson: vocals, guitars

opinioni autore

 
Altra gemma di prog rock targato Flying Colors 2019-11-08 14:29:24 Federico Orano
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Federico Orano    08 Novembre, 2019
Ultimo aggiornamento: 09 Novembre, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Oltre un'ora di intenso prog rock/metal suonato da un autentico supergruppo: ecco “Third Degrees” il nuovo, attesissimo, terzo capitolo targato Flying Colors, la band di Neal e Steve Morse, oltre che di Mike Portnoy.

Dopo due gemme assolute, il quintetto americano dimostra di avere ancora molto da dire, dopo tutto il talento messo in campo è davvero enorme. La partenza è di stampo hard rock settantiano con il riffing deciso -e dal tocco moderno- di “The Loss Inside” e di “More”. Ma le vere hit del disco arrivano una dietro l'altra, prima con l'eleganza dell'incantevole “Cadence”, poi con i ritmi elevati della melodica e catchy “Guardian” ed infine con il vero e proprio capolavoro del disco, quella “Last Train Home” che supera i dieci minuti di durata, con cambi di tempo e melodie vocali e strumentali difficili da dimenticare. A parere di chi scrive trattasi, quest'ultimo, del pezzo migliore di tutto l'anno in corso. Ancora sonorità settantiane con “Geronimo”, che strizza l'occhio più ai Toto che al prog classico, con il basso di Dave LaRue a dettare i ritmi fino ad un bel solo tutto suo. La malinconica e celestiale ballata “You Are Not Alone” mostra tutte le doti interpretative del singer Casey McPherson e l'ariosa “Love Letter” ci accompagna fino all'altra suite, la lunga “Crawl”, brano eccelso che però non riesce del tutto a colpire ed emozionare.

“Third Degree” conferma il talento dei Flying Colors, capaci di comporre grande musica senza per forza dare sfoggio della notevole tecnica in possesso. In questi brani c'è prima di tutto sentimento, anche se lungo la tracklist non sempre si riesce a mantenere un livello super eccelso come accadeva in particolare con il disco di debutto della band.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Per i Nocturnus AD un debut album che sarebbe potuto andar bene trent'anni fa
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phil Campbell: tanti ospiti per un disco nella norma.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Great Master, l'album della maturità
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Immanifest un debutto che sembra essere arrivato con qualche anno di ritardo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarà l'ultimo live-album della storia degli Slayer?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince il secondo album dei Prime Creation
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buon debutto per i campani Jumpscare, ma attenzione al sound proposto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Power metal melodico di gran fattura per gli spagnoli Arenia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla