A+ A A-
 

AOR una raccolta con alcuni brani dal passato AOR una raccolta con alcuni brani dal passato

AOR una raccolta con alcuni brani dal passato

recensioni

gruppo
titolo
Heavenly Demos
etichetta
Perris Records
Anno

LINE-UP: Frédéric Slama: All Instruments, Tommy Denander: All Instruments, Paul Sabu: Lead & Background Vocals, Philip Bardowell: Lead & Background Vocals, Göran Edman: Lead & Background Vocals, Sarah Fontaine: Lead & Background Vocals, Mélissa Fontaine: Lead & Background Vocals, Steve Overland: Lead & Background Vocals, Chris Antblad: Lead & Background Vocals, Hank Erix: Lead & Background Vocals, Michael Kisur: Lead & Background Vocals, David Chamberlin: Lead & Background Vocals, Kevin Chalfant: Background Vocals, Jeff Scott Soto: Background Vocals, John Barbour: Background Vocals, Michael Landau: Guitars, Christian Tolle: Guitars, David Diggs: Keyboards, Morris Adriaens: Keyboards, Colin Rodgers: Saxophone, Mike Baird: Drums, Miri Miettinen: Drums, Martin Kronlund: Drums,

 

TRACKLIST:

1. Sensation – featuring Chris Antblad (Spin Gallery)

2. The Smartest Girl In L.A. - featuring Jeff Scott Soto

3. The Pride Of Strangers - featuring Sarah & Mélissa Fontaine(Chasing Violets)

4. The Name Of The Game – featuring Paul Sabu (Only Child)

5. Brittany – featuring Philip Bardowell (Unruly Child)

6. One Foot In Heaven - featuring Kevin Chalfant

7. The Price To Pay - featuring Hank Erix (Houston) & Göran Edman (Street Talk)

8. Waiting In The Darkness - featuring Steve Overland (FM)

9. Kimberly – featuring Michael Kisur

10. it's Just Too Easy - featuring Michael Kisur

11. Just One Kiss On your Heart - featuring Michael Kisur

12. Last Days In San Francisco - featuring Michael Kisur

13. Just Forget The American Dream - featuring Michael Kisur

14. The Reflection Of My Heart - featuring David Chamberlin

opinioni autore

 
AOR una raccolta con alcuni brani dal passato 2019-10-19 10:24:32 Federico Orano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Federico Orano    19 Ottobre, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Frédéric Slama è un artista che ha sempre dato molto alla scena Aor mondiale. Dall'anno 2000 lo stile west coast dei suoi dischi accompagna puntualmente gli ascolti degli appassionati in giro per il mondo e dopo aver pubblicato un paio di raccolte stavolta tocca a "Heavenly Demos", un album che racchiude diverse versioni mai registrate di alcuni classici targati Aor.

Come sempre gli ospiti sono tantissimi visto che alla voce si alternano artisti come Paul Sabu (Only Child), Steve Overland (FM), Kevin Chalfant (The Storm) Jeff Scott Soto (Talisman), Sarah & Mélissa Fontaine (Chasing Violets), Chris Antblad (Spin Gallery), Philip Bardowell (Unruly Child), Göran Edman (Street Talk) e molti altri. Quattordici tracce che ci catapultano direttamente negli Usa a bordo di una decapottabile. Brani come “Sensation”, “Just One Kiss On your Heart ” e “One Foot In Heaven” riescono a colpire con melodie celestiali e spensierate ed arrangiamenti ariosi ed il coretto di “Brittany” è delizioso (così come il solo di chitarra), ma in generale per essere una specie di 'best of' il livello non è così eccelso come ci si attenderebbe, anzi alcuni brani sono addirittura ignorabili.

Un lavoro non essenziale questo "Heavenly Demos", soprattutto per chi possiede già del materiale targato Frederic Slama. Ma se ci si vuole avvicinare per la prima volta al west coast aor del musicista francese, questa potrebbe essere l'occasione giusta per farsi avvolgere da bei fraseggi chitarristici e melodie intense.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Per i Nocturnus AD un debut album che sarebbe potuto andar bene trent'anni fa
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phil Campbell: tanti ospiti per un disco nella norma.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Great Master, l'album della maturità
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Immanifest un debutto che sembra essere arrivato con qualche anno di ritardo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarà l'ultimo live-album della storia degli Slayer?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince il secondo album dei Prime Creation
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buon debutto per i campani Jumpscare, ma attenzione al sound proposto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Power metal melodico di gran fattura per gli spagnoli Arenia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla