A+ A A-
 

L'hard rock dei Danger Zone non ha intenzione di tramontare! L'hard rock dei Danger Zone non ha intenzione di tramontare! Hot

L'hard rock dei Danger Zone non ha intenzione di tramontare!

recensioni

titolo
Don’t Count On Heroes
etichetta
Pride & Joy Music
Anno

Band: Giacomo Gigantelli:Vocals; Roberto Priori:Lead Guitars; Paolo

Palmieri:Drums;L Matteo Minghetti:Bass; Danilo Faggiolino:Guitars; Pier

Mazzini:Piano & Keyboards

 

Track list: 1. Demon Or Saint, 2. Faster Than Love, 3. Somewhere Out There, 4. Destiny, 5. Down To Passion, 6. Rise Again, 7. Hang On To Your Heart, 8. Forever Now, 9. Rolling Thunder, 10. Breakaway, 11. Eternity

opinioni autore

 
L'hard rock dei Danger Zone non ha intenzione di tramontare! 2019-10-18 09:30:00 Federico Orano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Federico Orano    18 Ottobre, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Attivi fin dagli anni Ottanta, i Danger Zone dovrebbero essere considerati un orgoglio nazionale, essendo una delle prime e poche band della scena hard rock di casa nostra in grado di fare successo negli Stati Uniti. Dopo una lunga pausa il gruppo si è rimesso in pista nel 2010 dimostrando di avere ancora molto da dire.

Spinti dal chitarrista e leader Roberto Priori i Danger Zone piazzano undici nuove tracce di indubbio valore che vanno a comporre questo nuovo “Don’t Count On Heroes”, album ben bilanciato tra melodia e potenza. Roberto sfoggia tutta la sua tecnica ed il suo gusto melodico sin dai primi pezzi come “Demon Or Saint” e l'ottantiana e dal tocco più Aor “Faster Than Love”.
Ma è con il proseguire della tracklist che incontriamo il meglio di questo full-lenght. La hit del disco arriva con la rocciosa “Down To Passion”, pezzo che si apre in bel refrain da canticchiare ad ogni costo, ma si rimane su ottimi livelli qualitativi con l'ariosa “Hang On To Your Heart” e successivamente con le due ballatone ”Forever Now” e l'emozionante “Eternity”.

Una band preparata tecnicamente e ancora fresca nel songwriting; l'hard rock dei Danger Zone non ha intenzione di tramontare! “ Don’t Count On Heroes” è un lavoro molto piacevole che conquisterà ogni buon rocker che si rispetti.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Per i Nocturnus AD un debut album che sarebbe potuto andar bene trent'anni fa
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phil Campbell: tanti ospiti per un disco nella norma.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Great Master, l'album della maturità
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Immanifest un debutto che sembra essere arrivato con qualche anno di ritardo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarà l'ultimo live-album della storia degli Slayer?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince il secondo album dei Prime Creation
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buon debutto per i campani Jumpscare, ma attenzione al sound proposto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Power metal melodico di gran fattura per gli spagnoli Arenia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla