A+ A A-
 

Sorprende in positivo il debut EP dei canadesi Anomalism Sorprende in positivo il debut EP dei canadesi Anomalism Hot

Sorprende in positivo il debut EP dei canadesi Anomalism

recensioni

gruppo
titolo
Parasitic Spawn
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: Canada 

GENERE: Technical Death Metal 

FFO: The Black Dahlia Murder, Arsis, The Faceless, Psycroptic 

LINE UP: 
Mike Palmer - vocals , guitars 
Josh Koob - guitars, vocals 
James Gsols - bass 
Nigel Mason - drums 

TRACKLIST: 
1. Vicious Fiction [03:22] =ASCOLTA= 
2. Cryptosphere [03:22] 
3. Parasitic Spawn [03:07] 
4. Plagues of Cognizance [04:31] =ASCOLTA= 
5. The Waiting Room [02:47] 

Running time: 17:09 

opinioni autore

 
Sorprende in positivo il debut EP dei canadesi Anomalism 2019-10-16 19:07:55 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    16 Ottobre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Debuttano con un EP autoprodotto di cinque pezzi - uscito lo scorso gennaio - a titolo "Parasitic Spawn" i canadesi Anomalism; la band proveniente dalla città natale di Chris Jericho (Winnipeg, Manitoba) si presenta con un biglietto da visita notevole: a cavallo tra le bordate degli Psycroptic e le melodie tecniche di The Black Dahlia Murder ed Arsis, gli Anomalism mettono sul piatto cinque brani in cui tecnica, armonie ed impatto sono in prtica un tutt'uno. La sola opening track "Vicious Fiction" riesce a racchiudere in sé tutti gli elementi che rendono "Parasitic Spawn" un debut EP estremamente interessante: colpiscono le trame chitarristiche della coppia Palmer/Koob, mentre la tellurica sezione ritmica dona potenza e groove alle composizioni, tra le quali spiccano a mio avviso "Cryptosphere" e "Plagues of Cognizance".
Non che ci sia tantissimo da aggiungere: "Parasitic Spawn" dura poco più di 1/4 d'ora, eppure vuoi per il songwriting che appare già ispirato, vuoi per una produzione potente e pompata, l'EP di debutto degli Anomalism accende una forte curiosità sul quartetto canadese, che si spera di ritrovare all'opera quanto prima su un lavoro su distanza più lunga.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Per i Nocturnus AD un debut album che sarebbe potuto andar bene trent'anni fa
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phil Campbell: tanti ospiti per un disco nella norma.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Great Master, l'album della maturità
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli Immanifest un debutto che sembra essere arrivato con qualche anno di ritardo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarà l'ultimo live-album della storia degli Slayer?
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Seppur breve, convince l'EP dei californiani Larvae
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i britannici Itheist un debutto (col nuovo nome) senza infamia e senza lode
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto per la tastierista dei Cradle of Filth: Martyr di Lindsay Schoolcraft!
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince il secondo album dei Prime Creation
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Buon debutto per i campani Jumpscare, ma attenzione al sound proposto
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Power metal melodico di gran fattura per gli spagnoli Arenia
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla