A+ A A-
 

Che hard rock in questo progetto solista di Duane Morano! Che hard rock in questo progetto solista di Duane Morano!  Hot

Che hard rock in questo progetto solista di Duane Morano!

recensioni

gruppo
titolo
Incognito
etichetta
Perris Records
Anno

LINE-UP:

Guitar: Duane Morano, Nita Strauss, JK Northrup, Shane French - Bass: Pat Badger, John Morano, Tony Franklin, Keith Horne, Tom Appleman, Chris Lester - Drums: Michael Foster, Kevin Figueiredo - Backing vocals: Bill Leverty, Bryan Cole, Dan Michaels - Vocals: Danny Vaughn, Terry Ilous, Bryan Cole, Dan Michaels - Spoken word: John Surabian

TRACKLIST:

1. After the Love

2. Cookie Jar

3. Love is a Lie

4. Face the Fire

5. Giovanna -

6. Don’t Believe You

7. Barely Breathing

8. Kid Gloves

9. I Want Love

10. Hearts

11. Manhattan

12. Why

13. Sincerely Yours

opinioni autore

 
Che hard rock in questo progetto solista di Duane Morano! 2019-09-18 13:13:53 Celestial Dream
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Celestial Dream    18 Settembre, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Arriva direttamente da Washington DC l'artista, musicista e compositore Duane Morano che con l'aiuto di alcuni ospiti speciali provenienti da Tyketto, Extreme, Firehouse, XYZ e molti altri, da alla luce questo ottimo esempio di hard rock melodico dal titolo “Incognito”.

Fans di Def Leppard, Journey e Tyketto sapranno esaltarsi sulle note esplosive dell'opener “After the Love”, nel rock frizzante della successiva “Cookie Jar” e tra le note della rocciosa “Kid Gloves”, con chitarre spumeggianti e l'ugola prima di Danny Vaughn poi di Bryan Cole, due degli indiscussi protagonisti di questo full lenght. Il tocco più melodico arriva puntuale nelle song di scuola Aor tra le quali è d'obbligo citare la scoppiettante megahit “Face the Fire” e l'elegante “Don’t Believe You”, quest'ultima caratterizzata da melodie irresistibili ed un coretto da canticchiare a ripetizione. Il nostro Morano ci da dentro con bei solos di chitarra e non potevano certo mancare il momento ballata con la positiva “Hearts” che vede l'ottima interpretazione di Terry Ilous, mentre nel finale la classe è ancora ben presente grazie al bel riff graffiante alla Whitesnake che ci introduce all'ottima “ Sincerely Yours”.

Un songwriting ispirato arricchito da ospiti di primo livello; “Incognito” è un lavoro davvero eccelso. Complimenti!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Buono il debut album degli Oxidize
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un undicesimo album che non convince del tutto per gli svedesi Centinex
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Malinconici ed intensi i Sinisthra di Tomi Joutsen
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pretty Maids, dal Giappone per celebrare Future World
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Deformation of the Holy Realm" i Sinister pubblicano il loro quattordicesimo album
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Song of Anhubis: bel passo in avanti per i gothic metallers spagnoli!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Reism ed un sound eterogeneo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Old Bridge: L'inferno, il paradiso, e gli umani
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Che esordio per gli Everlore!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è ancora tanta strada da percorrere per il progetto Dracovallis
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ravenscry cercano una strada personale
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla