A+ A A-
 

Alla riscoperta dei Karo e del loro hard&heavy teutonico Alla riscoperta dei Karo e del loro hard&heavy teutonico

Alla riscoperta dei Karo e del loro hard&heavy teutonico

recensioni

gruppo
titolo
"Heavy Birthday II & III"
etichetta
Pride & Joy Music
Anno

Line-up: 
Lutz Salzwedel (Dan Lucas) - vocals 
Karo Straub – keyboards 
Erich Holstein – guitar 
Ronnie Bosien - drums

 

Heavy Birthday II:
1. FBTL 
2. Breakout 
3. Take Me Higher
4. All The Way
5. Don’t You Turn Me Back
6. Blind Love
7. Turn The Trick
8. Deceiver
9. Dancing On My Finger
10. Burning Alive
11. The Only Game
12. Still Hate
13. All The Fun (Bonus Track)

Heavy Birthday III:
1. Coz I’m Hot
2. Joyride
3. Lost In The Crowd
4. Walking On Ice
5. Hit And Run
6. White Monkey
7. Slow Dancing
8. Metal Hero
9. Bad Things Come Back
10. Up And Down
11. Watch Out
12. Saying Goodbye

opinioni autore

 
Alla riscoperta dei Karo e del loro hard&heavy teutonico 2019-07-08 10:14:07 Federico Orano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Federico Orano    08 Luglio, 2019
Ultimo aggiornamento: 08 Luglio, 2019
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

“Heavy Birthday II & III” è una raccolta che racchiude tutti i brani composti dal 1987 al 1989 dai Karo, cult band tedesca in grado di pubblicare solamente un disco, nel 1988 a nome “Heavy Birthday” prima di sciogliersi quando l'etichetta decise di non supportare più il gruppo di Berlino.

Un sound che si muove tra hard rock e heavy metal con una forte componente melodica in pieno stile tedesco, vedasi i Bonfire. La produzione è piuttosto deficitaria, visto che non è stato fatto nessun processo di rimasterizzazione, ma i pezzi funzionano ugualmente, come dimostrano “Breakout” o la melodica e catchy “Take Me Higher”. L'ugola di Lutz Salzwedel (Dan Lucas) si muove bene, mentre Erich Holstein esplode in solos di chitarra di buona fattura. Questo doppio cd contiene ben venticinque pezzi e va ascoltato con calma, ma potrete trovare diverse ottime sorprese, come il sound aor di “All The Way”, dove sono le tastiere di Karo Straub, leader della band, a farla da padrone o i ritmi alti in stile rock'n'roll di “Joyride”.

Per riscoprire una band perduta troppo presto, per gli amanti delle sonorità ottantiane... “Heavy Birthday II & III” è un lavoro davvero interessante.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Aor purissimo per un tuffo negli anni 70 con Billy Sherwood
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo quasi due decadi, con un breve EP tornano i padri del NY Hardcore: i Cro-Mags
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i baschi Hex un Doom/Death con poche accelerazioni ma dall'impatto decisamente buono
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai tedesco-olandesi Burial Remains un buon disco per i fans della vecchia scuola svedese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
i Diviner possono ancora migliorare
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

A distanza di tredici anni tornano i thrashers americani Motive
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seconda fatica per i lussemburghesi Feradur: un signor melodic death!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Panthematic, un calderone di inflenze ma un lavoro immaturo.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Imago Imperii, una promettente band italiana
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla