A+ A A-
 

I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India Hot

I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India

recensioni

gruppo
titolo
Tavern Tales
etichetta
Indipendent
Anno

PROVENIENZA: India

GENERE: Melodic/ Pagan Death Metal

LINE UP:

Rhaul Dhake - Leads Chitarra
Shardul Kadam - Rhythm Chitarra
Devashish Goel - Ex Batteria
Harmesh Pillay - Attuale Batteria
Rohit Jalgaonkar - Voce
Ajinkya Bhingardive - Basso

TRACKLIST:

1. Battle on My Grave
2. A Viking Mosh
3. We Will March
4. Glory of our mighty King
5. Under The Red Sky
6. Stronghold
7. Ragnhild
8.  Tavern Tales
9. Death of a Warrior 

 

opinioni autore

 
I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India 2019-06-30 18:01:45 Marianna
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Marianna    30 Giugno, 2019
Ultimo aggiornamento: 30 Giugno, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ragnhild sono un giovane gruppo proveniente dall'India che rilascia il primo album nel Maggio di questo anno. I vari cambi di line-up ne hanno minato la stabilità, tardando l'uscita del loro debut album; "Tavern Tales" vede la luce dopo innumerevoli sforzi.

La band propone un Melodic Death Metal con flessioni verso il Viking, genere da cui traggono ispirazioni anche per le tematiche dei testi. Una scelta insolita visto il luogo di provenienza, ma che non inficia sulla qualità del prodotto che, anzi, si presenta discreto e nella media. Un debutto davvero buono, con nove tracce orecchiabili che scorrono velocemente. Sicuramente la voce di Rohit Jalgaonkar è la chiave di svolta della band, capace di offrire un soddisfacente ed interessante growl: sicuramente accettabile in questa fase iniziale. Nonostante ciò, sottolineiamo fin da subito la poca cura nella registrazione della batteria; affidata a Devashish Goel (ormai ex batterista del gruppo) appare fin troppo grezza, sebbene dietro vi siano buon ritmo e velocità.
Malgrado i Ragnhild si descrivano come “unici nel loro genere ed unica band Viking Metal proveniente dall'India” (cit.), propongono pezzi comuni e senza quel qualcosa che permetta di distinguersi da altre decine di bands del panorama. Le tracks scorrono narrando storie inventate, basate sulla vita e sulle gesta di eroi Vichinghi, su una melodia fatta di grandi riffs, cori un po' troppo caserecci (e poco coinvolgenti) ma supportati da un potente growl.

Il lavoro che ha portato alla nascita di "Tavern Tales" è stato lungo sia dal punto di vista della ricerca dei membri adatti, sia per la cura e presentazione del materiale. Nel complesso si propone come un buon debutto, nella media sia dal punto di vista musicale che stilistico (la copertina dell'album è il classico Vichingo piazzato in centro ndr.), ma che andrebbe perfezionato.
Le basi sono state gettate e, si spera che, una volta trovata la loro stabilità, i Ragnhild possano migliorarsi e proporre un prodotto più personale e che li renda davvero unici.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un undicesimo album che non convince del tutto per gli svedesi Centinex
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Malinconici ed intensi i Sinisthra di Tomi Joutsen
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pretty Maids, dal Giappone per celebrare Future World
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con "Deformation of the Holy Realm" i Sinister pubblicano il loro quattordicesimo album
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Room Experience: una positiva conferma nel mondo dell'hard rock melodico
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Song of Anhubis: bel passo in avanti per i gothic metallers spagnoli!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Reism ed un sound eterogeneo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Old Bridge: L'inferno, il paradiso, e gli umani
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Che esordio per gli Everlore!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è ancora tanta strada da percorrere per il progetto Dracovallis
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ravenscry cercano una strada personale
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla