A+ A A-
 

Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral Hot

Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral

recensioni

titolo
Ultimum Judicium
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:

  • 1.Ultimum Judicium 
  • 2.Speak of the Devil 
  • 3.Drown
  • 4.Holocomb 
  • 5.Code Adam 
  • 6.Toxic Fuck 
  • 7.Mattress Stains 
  • 8.Carnival of Contradictions 
  • 9.Stabbed to Death

Line-up:

  • Paul Mercer - Bass
  • Connor Erhart - Drums
  • Jesse Lindbeck - Guitars (lead)
  • Devin Schum - Guitars (rhythm), Vocals

opinioni autore

 
Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral 2019-06-30 16:02:38 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    30 Giugno, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Feroci, brutali, cattivi e violenti. Sono questi gli aggettivi con cui oggi vi presento i canadesi Concrete Funeral ed il loro primissimo lavoro "Ultimum Judicium": una vera bomba atomica dritta in faccia per gli amanti del death/thrash. Il mix perfetto tra Exodus, Lamb Of God e le sfuriate micidiali alla Carcass. E volete sapere l'ironia di tutto ciò? Si tratta di un disco autoprodotto, senza etichetta discografica. Da qui un dubbio mi sorge: a quali divinità avete chiesto aiuto per ottenere un prodotto di una qualità eccellente come questa?
Ragazzi non scherzo se vi dico che "Ultimum Judicium" è un lavoro diretto e micidiale che vi prenderà a calci in quel posto! Basta farsi un'idea ascoltando la prima traccia, "Speak Of The Devil": totalmente imbevuta dei Cavalera Conspiracy e di accelerate, è l'opening perfetta che vi farà schizzare il cervello dalle orecchie. Ottima la performance canora in grado di regalarci scream corrosivi e growl potenti e cavernosi. Ancora mi chiedo come facciano questi ragazzi a tirare fuori un prodotto semplice ma di impatto dato che si tratta del primo lavoro in studio -non ci sono né ep, né demo precedenti per quanto ne sappia-.
Menzione onorevole per "Holo-Comb" e "Code Adam",le mie due tracce preferite in assoluto: tutto il talento dei Concrete Funeral è qui e si concretizza in questi brani pieni di groove, blastate e riff tellurici e potenti. Ottimi anche gli assoli di chitarra acidi, velenosi e taglienti come bisturi. Da lodare anche la componente death che non rimane relegata a semplici passaggi, ma che si incastra perfettamente su uno scheletro di puro thrash ottantiano. Prendete i nostrani Coffin Birth e avrete un'idea della proposta dei canadesi in questione.
Bravissimi, tra le migliori uscite underground dell'anno! You Rock!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Aor purissimo per un tuffo negli anni 70 con Billy Sherwood
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo quasi due decadi, con un breve EP tornano i padri del NY Hardcore: i Cro-Mags
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i baschi Hex un Doom/Death con poche accelerazioni ma dall'impatto decisamente buono
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai tedesco-olandesi Burial Remains un buon disco per i fans della vecchia scuola svedese
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
i Diviner possono ancora migliorare
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

A distanza di tredici anni tornano i thrashers americani Motive
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Seconda fatica per i lussemburghesi Feradur: un signor melodic death!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Panthematic, un calderone di inflenze ma un lavoro immaturo.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Ragnhild propongono un insolito Viking Metal made in India
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debuttano feroci come bestie i canadesi Concrete Funeral
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Imago Imperii, una promettente band italiana
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla