A+ A A-
 

Da Malta una delle leggende del Death europeo: Beheaded, un nome una garanzia Da Malta una delle leggende del Death europeo: Beheaded, un nome una garanzia

Da Malta una delle leggende del Death europeo: Beheaded, un nome una garanzia

recensioni

gruppo
titolo
Only Death Can Save You
etichetta
Agonia Records
Anno

PROVENIENZA: Malta 

GENERE: Death Metal 

SIMILAR ARTISTS: Malevolent Creation, Morbid Angel, Incantation, Angelcorpse 

LINE UP: 
Frank Calleja - vocals 
Omar Grech - guitars 
Simone Brigo - guitars 
David Cachia - bass 
Davide "BrutalDave" Billia - drums 

TRACKLIST: 
1. The Charlatan's Enunciation [04:36] 
2. Evil Be to Him Who Evil Seeks [04:40] 
3. A Greater Terror [04:32] 
4. Unholy Man [04:39] 
5. Embrace Your Messiah [05:29] 
6. The Papist Devil [04:11] 
7. Gallws Walk [02:47] 
8. Only Death Can Save You [04:12] 
9. From the Fire Where It All Began [04:25] 

Running time: 39:31 

opinioni autore

 
Da Malta una delle leggende del Death europeo: Beheaded, un nome una garanzia 2019-06-12 18:56:56 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    12 Giugno, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sono passati solo due anni da "Beast Incarnate" (2017, Unique Leader Records) ed ecco già ritornare alla carica i Beheaded, giganti della scena Death europea e, di sicuro, il maggior 'prodotto d'esportazione' dell'arcipelago mediterraneo. "Only Death Can Save You" è il sesto lavoro per il quintetto maltese (ma in cui c'è un tocco d'Italia col chitarrista Simone Brigo e col batterista Davide Billia) e debutto sotto l'egida di Agonia Records; e come da titolo, i Beheaded si dimostrano la solita garanzia di qualità: è estremamente difficile che in loro prodotto possa deludere le aspettative grazie auel sound ormai consolidato e vero e proprio marchio di fabbrica dei Nostri, ossia un Death Metal sempre refrattario a qualsivoglia modernità. Alla soglia dei trent'anni di carriera (sono ventotto quest'anno, n.d.r.), i Beheaded miscelano come sempre sapientemente gli ingredienti del loro sound tra ritmiche serrate e potenti ed un riffingwork quadrato ed ottimamente strutturato che non disdegna l'invasione di lidi Blackened Death. Scorrendo la tracklist di "Only Death Can Save You", tra l'altro, si nota come ci siano tante similitudini tra l'operato del quintetto di Fgura ed una delle grandi novità di quest'anno, il supergruppo Vltimas. Ma tornando a "Only Death..." va detto come probabilmente questo sia il miglior lavoro dell'ultimo corso dei Beheaded, di cui segniamo l'inizio dall'entrato del vocalist Frank Calleja, autore di una prestazione come sempre ottima; la sesta fatica dei Nostri è infatti uno di quei dischi che non annoiano mai e che si presta bene anche ad un ascolto multiplo uno dietro l'altro, grazie a nove brani che funzionano su tutta la linea, che sia la più cadenzata ma quanto mai potente "Embrace You Messiah" o fucilate come "Evil Be to Him Who Evil Seeks", "A Greater Terror" e "The Papist Devil": quaranta minuti in cui si è guidati dal cupo growl di Calleja attraverso le sue malvagie visioni.
Penso sia quasi inutile dirlo, ma se si arriva a quasi trent'anni di carriera un motivo pur ci sarà. Almeno personalmente i Beheaded non hanno mai deluso le aspettative: i primi lavori restano probabilmente un gradino superiori, ma ciò non toglie che anche i restanti, tra i quali "Only Death Can Save You" va decisamente a spiccare, non è che siano tanto da meno. Insomma, i Beheaded sono la solita garanzia, uno di quei pochi gruppi su cui si può puntare tranquillamente ad occhi chiusi.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Eternal Suffering - Beyond the Threshold of Twilight
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album degli Holy Tide poteva essere ancora più interessante
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quattordicesima fatica per gli storici death metallers danesi Illdisposed
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano i Devourment con il loro più che classico monolite di violenza sonora
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Il terzo album dei Desert convince pienamente
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I nostrani The Big Jazz Duo, tra deathcore e sinfonia, tirano fuori un Ep che spacca!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
C'è molto da lavorare per i Rot Schimmel
Valutazione Autore
 
1.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla